L’Amore? Meglio in pausa pranzo con Happn

“Non hai molto tempo il traffico è lento nell’ora di punta” cantava un Lucio Battisti innamorato nel 1969. Oggi gli Italiani preferiscono corteggiare su Happn, la prima dating app connessa alla vita reale che grazie alla iper-geolocalizzazione in real-time offre una seconda chance.

Ogni giorno vengono inviati in media 100 mila messaggi (3 milioni al mese), per un totale di 10 milacrush (300 mila al mese). Ma qual è la nuova “C-Rush hours”, l’ora di punta per trovare l’anima gemella?

Happn ha analizzato le differenze tra ventenni e trentenni in cerca di nuovi amori e ha scoperto i momenti migliori per trovare la propria metà.

Se vi sentite ancora ventenni, sfruttate la pausa pranzo. Sembra proprio che gli studenti universitari, ma non solo, tra mezzogiorno e le due del pomeriggio abbandonino i libri per dedicarsi a Happn. In alternativa, la “buonanotte” può essere un’ottima occasione per ritrovare la persona incrociata in un locale o in un’affollata discoteca. Su Happn si registrano picchi di “charm” proprio alle quattro del mattino.

I trentenni amano invece concedersi un dolce risveglio intorno alle 7, una romantica pausa caffè alle 10 del mattino o alle 2 del pomeriggio. Ma il colpo di fulmine può scoccare anche durante il “pre-soirée”, intorno alle 20, prima che si esca a cena o ci si conceda una serata di meritato relax sul divano.

Ma infondo, come cantava Loretta Goggi… “Che imbroglio se, per innamorarmi basta un’ora… Che fretta c’era, maledetta primavera”.