Per Roberto Mancini, tecnico dell’Inter, il derby della Madonnina è terminato al 5′ della ripresa quando un pessimo arbitro Damato lo ha espulso dal campo di San Siro per proteste. Un fermo immagine sfocato delle riprese televisive riprende Mancini mostrando il dito medio ai tifosi del Milan poco prima di imboccare il tunnel verso gli spogliatoi. La foto è diventata subito virale su Twitter, scatenando le polemiche dei tifosi che lo hanno accusato di incoerenza dopo le polemiche con Sarri in Coppa Italia. Mancini ha confermato l’accaduto ai microfoni di Mediaset Premium: “Il dito medio? Ho preso degli insulti e in un momento così l’ho fatto”.

Dall’altra parte della barricata un euforico Sinisa Mihajlovic festeggia con queste parole la vittoria sull’Inter. “Questa è la gioia più bella da quando alleno, perché i derby vinti così nettamente rimangono nella storia. Siamo contenti per il presidente che è il nostro primo sostenitore, per i tifosi e soprattutto per i ragazzi. Nel primo tempo non siamo stati bravi ad accorciare sui loro quattro attaccanti e abbiamo sbagliato un paio di uscite sui loro esterni. Sono stati pericolosi in qualche ripartenza ma poi in generale abbiamo sofferto poco. Nella ripresa dovevamo aspettarli e ripartire, siamo stati bravi e sfruttare bene gli spazi che ci hanno concesso. Dobbiamo essere ancora più cinici davanti alla porta, dobbiamo concretizzare le tante occasioni che creiamo. Abbiamo battuto Inter e Fiorentina, doveva essere il girone delle vendette e per ora le stiamo facendo”. Per quanto riguarda la sua grande esultanza al rigore sbagliato da Icardi, Mihajlovic ammette: “Si, mi sono rotto pure i pantaloni sulle ginocchia: ero molto contento perché era un momento decisivo”.