#ValeriaSolesin è morta tra le braccia del fidanzato.

VENEZIA – È tornata la salma di Valeria Solesin in Italia e con lei i dettagli degli ultimi tragici momenti della sua vita a Parigi.

È stata colpita da una delle prime raffiche sparate dai terroristi al teatro Bataclan, mentre era con il fidanzato, Andrea Ravagnani. Secondo la ricostruzione del giovane e degli amici con i Carabinieri di Venezia, Valeria è deceduta per il troppo sangue perso tra le braccia del ragazzo che la proteggeva abbracciandola. Andrea, la sorella Chiara e Peretti, il fidanzato di lei, hanno perso il contatto con Valeria Solesin quando nel teatro c’è stato il blitz delle teste di cuoio francesi e sono arrivati i soccorsi.