TORINO – La Juventus ha vinto due a uno sul Real Madrid. La gara di andata della semifinale di Champions League ha regalato un grande spettacolo allo Stadium di Torino dove a segnare per primi sono stati i bianconeri all’ottavo minuto con l’ex di turno Alvaro Morata (22 anni). Pareggio momentaneo di Cristiano Ronaldo al 27′ e partita decisa dal rigore trasformato da Tevez al 58′. La partita di ritorno Real Madrid-Juventus si giochera’ mercoledi 13 maggio al Santiago Bernabeu in Madrid.

Andrea Pirlo: “Abbiamo mandato il messaggio che ci siamo, che vogliamo questa finale e che ce la giochiamo fino alla fine a Madrid. Era una partita, ce n’e’ un’altra e serve convinzione: non e’ finita, dobbiamo essere convinti di andare al Bernabeu e poter centrare la finale […] Al Bernabeu dovremo fare la stessa partita, attenti e concentrati, giocarci la partita. Se vinco lascio la Juve? Prima vinciamo…”.

Gigi Buffon: “Potevamo fare il terzo gol ma potevano anche fare loro il 2-2. Analizzando a mente fredda, che io ora non ho, credo che il 2-1 vada molto bene: dovevamo dimostrare a noi stessi di potercela giocare quasi alla pari, di poter essere competitivi a questi livelli. Qualsiasi risultato andava bene, anche con l’1-1 rimanevano speranze per il ritorno: era un incontro di pugilato, un po’ le davamo noi e un po’ loro, anche con il pareggio avremmo avuto le stesse possibilita’ di passaggio del turno.

Delusi dalla squadra di Ancelotti? Il Real e’ una squadra forte, sul piano del gioco non e’ mai facile perche’ ci sono anche gli avversari e quando arrivi a questi livelli sul piano della vivacita’ e dell’atletismo ti impediscono di esprimerti al 100%”.

Stephan Lichtsteiner: “Abbiamo fatto un’ottima partita specie in fase difensiva. E’ sempre dura, se dai meno spazio e’ piu’ difficile per loro contro una squadra organizzata come la nostra. E’ stata una gara difficilissima, siamo contenti di aver vinto 2-1. Possiamo essere soddisfatti della prestazione e soprattutto del risultato. Ora l’importante e’ ripetere questa partita a Madrid”.

Arturo Vidal: “Il nostro sogno e’ vincere la Champions League, gia’ dopo il Monaco avevo detto che non abbiamo paura di nessuno. Mancano 90 minuti alla finale, pensiamo di essere preparati per giocarcela a Madrid nella semifinale di ritorno”.

Il presidente della Federcalcio Carlo Tavecchio: “Grande Juventus, e’ stata protagonista di una partita di qualità e orgoglio contro un avversario fortissimo. Adesso però tutti concentrati per la gara di ritorno. Lasciatemi spendere due parole per Sturaro. E’ una gioia vedere un giovane italiano giocare con questa personalità in una semifinale di Champions League, merito del giocatore e del suo club, un segnale importante per tutto il movimento”.