Chi c'era lo sapeva già: "alla scuola Diaz fu tortura", Corte Europea dei Diritti Umani di Strasburgo

I fatti della scuola Diaz sono avvenuti durante lo svolgimento del G8 di Genova nel 2001, nel quartiere di Albaro, a Genova. Secondo la Corte Europea dei Diritti Umani, quanto compiuto dalle forze dell’ordine italiane nell’irruzione alla Diaz il 21 luglio 2001 “deve essere qualificato come tortura“.

Strasburgo condanna l’Italia non solo per quanto fatto ad uno dei manifestanti in particolare, ma anche perché non ha una legislazione adeguata a punire il reato di tortura.

Giovanni De Gennaro, all’epoca della sentenza della Cassazione (con motivazioni pubblicate il 2 ottobre 2012) sottosegretario alla Presidenza del Consiglio dei Ministri del

Governo Monti, ex capo della polizia durante le manifestazioni genovesi, aveva affermato di rispettare la sentenza e che: “resta comunque nel mio animo un profondo dolore per tutti coloro che a Genova hanno subito torti e violenze ed un sentimento di affetto e di umana solidarietà per quei funzionari di cui personalmente conosco il valore professionale e che tanto hanno contribuito ai successi dello Stato democratico nella lotta al terrorismo ed alla criminalità organizzata”.

Il link alla storica sentenza della Corte Europea dei Diritti Umani (ECHR) di Strasburgo sulla pagina nera della politica italiana dei fatti della scuola Diaz di Genova al G8 del 2001.

Qui, il video trailer del film sul G8 di Daniele Vicari.