Serie A: Inter-Fiorentina 0-1 video gol highlights

VIDEO INTER FIORENTINA – Con un gol di Mohamed Salah al 55′ la Fiorentina ha espugnato il campo di San Siro, battendo l’Inter con il risultato di 0-1. Nei giorni scorsi Mancini aveva detto che la sua Inter era pronta a risalire fino alla vetta se la Juventus concedeva qualche errore. E invece dopo il risultato di ieri, “Mancio” dovra’ rivedere ampiamente i suoi piani per questa parte finale di stagione di Serie A. Da tenere presente che la Fiorentina ha giocato in nove uomini gli ultimi minuti visti gli infortuni di Tomovic e Savic a cambi esauriti. Infatti, Nel corso dell’incontro con l’Inter, in uno scontro di gioco con Palacio, il difensore della Fiorentina, Nenad Tomovic, “ha riportato un trauma cranico con sollecitazione cervicale”. Tomovic, poi, “e’ stato trasportato al pronto soccorso per accertamenti”. El Khouma Babacar e Nenad Savic hanno invece riportato problemi muscolari ai flessori. Nella giornata di oggi saranno eseguiti gli accertamenti del caso.Prima di passare alle immagini di gol e highlights di Inter-Fiorentina 0-1, qualche commento dei protagonisti.

Alessandro Diamanti, centrocampista Fiorentina: “E’ stata veramente una bellissima partita ed emozione, abbiamo corso l’uno per l’altro: siamo un gruppo unito e se una squadra cosi’ forte tecnicamente si comporta cosi’, allora andremo lontano. Se continuiamo a combattere con questo spirito, la Fiorentina non si deve porre limiti ma scendere in campo per combattere e vincere. Bisogna pensare a gioire stasera, poi da domani dobbiamo ricompattarci perche’ giovedi’ avremo un’altra grande partita. Salah e’ un giocatore forte, stava al Chelsea e chi l’aveva preso lo sapeva. Siamo Contenti, si e’ messo a disposizione della squadra: se lo fanno i tanti campioni che abbiamo, allora andremo lontano”.

Andrea Della Valle, patron della Fiorentina: “Oggi c’era qualcosa che mi diceva che avrei dovuto essere qui. Volevo stare con i ragazzi, in queste settimane belle e importanti. Non prendiamoci l’abitudine con la mia presenza anche in trasferta, ho le mie scaramanzie, ma oggi volevo essere qua perche’ sentivo che avremmo potuto vincere. Da quanto tempo non vincevamo qua? Mai era accaduto sotto la gestione Della Valle. Questa e’ una grande impresa. Ma volevamo questa vittoria a tutti i costi e sono contento soprattutto per i tifosi. Usciamo un po’ con le ossa rotte per i tanti infortunati, ma non ci pensiamo. Stanotte godiamocela, da domattina ci concentreremo sulla gara con la Juventus di coppa Italia.

Questo ragazzo – riferendosi a Salah – non e’ qui a caso. Lo dico anche ai nostri tifosi: e’ uno che seguivamo gia’ prima di Natale in questo discorso per Cuadrado e quindi alla fine eccolo qua. Facciamolo crescere piano piano”.

Manuel Pasqual, esterno della Fiorentina: “Visto che nel finale abbiamo giocato con due uomini in meno, cosa non semplice, questo e’ un gran risultato. Siamo stati bravi a soffrire tutti insieme. Visti gli infortunati che abbiamo, e’ giusto pensare partita per partita. Ora si sono fatti male anche Savic, Babacar e Tomovic, per cui dobbiamo vivere alla giornata, senza fare calcoli. Ce la giocheremo sino alla fine. Vincere aiuta a vincere, anche l’entusisamo della vittoria contro il Tottenham ha inciso stasera, ma con questo spirito possiamo andare molto lotanto”.

Daniele Prade’, direttore sportivo della Fiorentina: “Quanti minuti siamo rimasti in nove nel finale di gara? Tredici? Stasera ho perso 13 anni di vita… La squadra stasera e’ stata commovente. Una squadra che ha dei valori importanti perche’ senno’ una partita cosi’ non la vinci. Non c’entrano solo i valori tecnici quando vinci rimanendo in nove, contro una squadra forte, in uno stadio pieno di gente. Abbiamo vicino a noi non solo calciatori ma anche e soprattutto uomini. Il lavoro svolto negli ultimi tre anni e’ stato fatto bene sotto il profilo del sacrificio e questa identita’ che c’e’ forte fra la proprieta’, i calciatori e il tifo, dipende dal sacrificio fatto da tutti. I tanti cambi fra una gara e l’altra senza subire conseguenze negative mi portano a dire che il gruppo sa quello che deve fare, conosce bene il suo compito e tutti danno il massimo perche’ la gara dopo la vorrebbero giocare. E’ iniziato al meglio un ciclo importante di partite, e questo non puo’ che aiutare. Stasera godiamoci il successo e domattina penseremo alla Juventus”.