Continua la triste vicenda sul Parma in Serie A. Il presidente della Federcalcio, Carlo Tavecchio, ha disposto il rinvio del match di Serie A di domenica prossima tra Genoa e Parma a causa delle note vicissitudini del club gialloblu. La decisione e’ stata annunciata in conferenza stampa al termine del Consiglio federale, a seguito della richiesta di Aic e Aiac: “Un fatto dal punto di vista amministrativo estremamente grave e non credo ripetibile – ha chiarito Tavecchio – a meno di casi in cui intervengano altre autorita’. Di questa scelta sono stato investito dal consiglio federale, ma mi prendo la responsabilita’ personale”.

Tavecchio ha poi chiarito che “sarebbe stato impossibile far disputare un incontro tra soggetti martoriati non in grado di esprimersi…”. “Nessuno potrà più comprare un club di serie A con un euro come successo”, parole dette dopo il consiglio federale che ha approvato le linee guida per le acquisizioni societarie in ambito professionistico (requisiti di onorabilità e solidità finanziaria che saranno previsti dai regolamenti di Lega).

Riuscirà Giampietro Manenti a salvare il Parma?Giampietro Manenti: “Abbiamo un piano. I soldi arrivano nei prossimi giorni. Sono soldi degli sponsor. La squadra non gioca? Domenica lo sapete perche’ non giocano, lo diranno loro se non giocano. Io penso che giocheranno. Lucarelli ha detto che non giocheranno? Avra’ le sue giustificazioni. Ieri sera e anche oggi ho parlato con la squadra. Stanno portando via pc e stampanti? Ma non sono stato io a farli portare via… In Procura andro’ nei prossimi giorni. Quanto ho pagato il Parma? Non lo posso dire, c’e’ un patto di riservatezza”.

Giampietro Manenti si e’ presentato all’incontro con il sindaco Pizzarotti e ha varcato la soglia del Comune di Parma alle 16.35 di oggi pomeriggio. Oltre a una fitta schiera di giornalisti, presenti anche alcuni tifosi che hanno contestato l’attuale presidente del Parma.