L'iPhone gli ha salvato la vita grazie all'app Siri, l'assistente virtuale di Apple

E’ successo negli Stati Uniti. L’iPhone gli ha salvato la vita grazie all’app Siri, ossia l’assistente virtuale creato da Apple. Il giovane si chiama Sam Ray ed ha 18 anni, vive nel Tennessee. Secondo quanto da lui stesso raccontato ai giornali locali, e’ stato travolto dal suo pickup mentre lo stava riparando. Il cavalletto che sosteneva l’automobile ha ceduto. Sam si e’ cosi’ ritrovato completamente schiacciato sotto il peso di oltre due tonnellate Non poteva muovere le braccia, e’ riuscito pero’ ad attivare l’app: “Ho detto a Siri: chiama il

911“, ha spiegato, e cosi’ l’app che ha chiamato il numero di emergenza ed e’ stato poi soccorso.

Con l’app Siri, infatti, basta usare la voce per inviare messaggi, fissare riunioni, telefonare e fare molte altre cose. Fai una domanda parlando con naturalezza: Siri capisce cosa dici, sa cosa intendi, e soprattutto ti risponde. È così utile e facile da usare che finirà per diventarti indispensabile. La dettatura funziona anche con le app di altri sviluppatori, così puoi aggiornare il tuo stato su Facebook, twittare e commentare le foto degli amici su Instagram.