Siamo alla svolta per quanto riguarda le ricerche dell’aereo della Malaysia Airlines, scomparso l’8 marzo dell’anno scorso, mentre volava da Kuala Lumpur a Pechino. E’ quello che sperano un po’ tutti dopo il ritrovamento di un rottame compatibile con l’aereo del volo MH370, un Boeing 777. E’ stato ritrovato su una spiaggia dell’isola francese La Reunion, a largo della costa orientale del Madagascar nell’oceano Indiano. Un luogo molto lontano, quindi, dalla zona dove si sono cercati per mesi i suoi resti, e cioe’ tra il Mar Cinese Meridionale e l’Autralia.

L’ggetto ritrovato e’ un pezzo di ala lungo circa due metri e ricoperto di conchiglie, il che fa pensare che sia stato in acqua per molto tempo.

E’ stata aperta subito una indagine per verificare se il pezzo di ala appartenga veramente al relitto dell’aereo della Malaysia Airlines scomparso nell’Oceano indiano, con 239 persone a bordo. Emozione alle stelle, anche perche’ se confermato, sarebbe il primo relitto ritrovato del Boeing 777 scomparso l’anno scorso.