ROMA – Disagi a Fiumicino per i voli Alitalia in partenza dall’aeroporto romano. Disposto il blocco di tutti i decolli. L’Alitalia ha poi precisato che la disposizione è stata presa dalle Autorità dello scalo e non dalla compagnia. Una colonna di fumo ha avvolto il cielo sullo scalo. Alle ore 13 si è sviluppato un incendio di sterpaglie in una pineta nei pressi dello scalo romano, lato Focene, che ha provocato i disagi. Sul posto stanno intervenendo i Vigili del Fuoco con 8 squadre.

Fonti dell’Enac hanno successivamente informato che la situazione nell’aeroporto di Fiumicino “sta lentamente tornando alla normalità e sarà pienamente operativa nelle prossime ore,dopo la sospensione dei voli. L’aeroporto è andato in tilt in seguito ad una densa nuvola di fumo che ha invaso le piste dello scalo romano. Il fumo si è spigionato da un incendio che è divampato nella Pineta Coccia di Morto a ridosso dal “Leonardo da Vinci”.

Sono dovuti intervenire Vigili del Fuoco,uomini della Protezione Civile, Corpo Forestale con elicotteri e canadair.

Intanto, a causa dell’incendio del 7 maggio all’aeroporto di Fiumicino, Alitalia ha fatto sapere che ha subito finora danni per 80 milioni di euro. Lo rende noto la compagnia precisando che un calcolo “totale dei danni” sarà possibile “quando lo scalo tornerà a funzionare a livelli pre-incendio”. Siamo “la compagnia più danneggiata”, dice Cassano, Ad di Alitalia, l’unica “ad avere il proprio hub a Fiumicino” con “il 50% circa del totale dei voli”. Senza investimenti sullo scalo Alitalia sarà costretta a spostare la sua crescita altrove. (Fonte Rai News).