3 italiani bloccati sull'Everest dopo il Terremoto in Nepal di ieri

TERREMOTO NEPAL – Sono tre gli alpinisti italiani rimasti bloccati sull’Everest e sul Dhaulagiri, dopo il devastante terremoto nella valle di Katmandu, in Nepal, avvenuto ieri sabato 25 aprile 2015. Sono Marco Zaffaroni, Roberto Boscato e Marco Confortola, sopravvissuto a un tragico incidente sul K2 nel 2008.

Cosi’ Confortola scrive su Facebook: “Adesso il vero obiettivo è capire come scendere da qui e non più salire“, mentre Zaffaroni ha pubblicato “Vi preghiamo di non contattarci perché la batteria del satellitare potrebbe essere di importanza vitale“.

La valanga provocata dal terremoto ha colpito in uno dei punti piu’ pericolosi della montagna piu’ alta del mondo. La neve dopo il terremoto e’ scesa dalla zona compresa tra la parete ghiacciata di Khumbu e il campo base dove vengono organizzate la maggior parte delle spedizioni internazionali. Il tutto a 5 mila metri di altezza. In questi giorni sul luogo ci sono molti alpinisti e sherpa. Si contano almeno 18 alpinisti stranieri morti, tra cui anche un manager di Google, ma si teme un bilancio ancora piu’ pesante.