Segnale Radio Proxima Centauri? Potrebbe essere terrestre

Una nuova ricerca ha rivelato che il segnale radio che abbiamo ricevuto da Proxima Centauri non era alieno, ma il prodotto di un “pezzo rotto della tecnologia umana”.

Il 29 aprile 2019, gli astronomi hanno rilevato un segnale radio diretto verso la Terra da Proxima Centauri, il sistema stellare più vicino al Sole con pianeti potenzialmente abitabili. Sebbene sia stato a lungo creduto un segnale extraterrestre, nuovi studi rivelano che potrebbe essere umano.

Segnale radio Proxima Centauri: Qual è la sua origine?

Il segnale è caduto in una banda stretta di onde radio a 982 MHz, che raramente sono generate da satelliti o aeroplani. Ciò ha indotto i ricercatori a interpretare che si trattasse di un segnale extraterrestre.

Il segnale è durato 5 ore e non è più ricomparso nelle scansioni successive. Sebbene non fosse stata trovata alcuna risposta, 2 nuovi studi pubblicati il ​​25 ottobre sulla rivista “Nature Astronomy”, hanno rivelato che è molto probabile che il segnale radio non provenga da Proxima Centauri, ma dal nostro stesso Sistema Solare.

Il telescopio che ha catturato il segnale radio ha catturato circa 4 milioni di segnali vicino a Proxima Centauri. Ma solo BLC1 era “strano”, sia per la sua durata che per la sua lunghezza d’onda. Gli esperti hanno concluso che BLC1 e tutti i segnali simili provenivano dalla stessa fonte. Qualcosa sulla superficie della Terra, da qualche parte a centinaia di chilometri dal telescopio Parkes Murriyang.

Tenendo conto della distanza da cui presumibilmente proviene il segnale radio, è possibile che allo stesso modo abbia un’origine extraterrestre.

A quella distanza c’è il Cavaliere Nero.

Il Segnale Alieno viene dal Black Knight?

Il noto Black Knight (Cavaliere Nero), un misterioso oggetto spaziale che orbita intorno alla Terra e che ha generato grandi dibattiti nella comunità scientifica e ufologica. Molti teorici affermano che l’oggetto è un satellite extraterrestre di 13.000 anni, in orbita con una traiettoria quasi polare.

Sono infatti presenti le immagini catturate dalla Stazione Spaziale Internazionale e dai suoi astronauti di questo strano oggetto. La foto qui sopra, ad esempio, è una foto scattata dagli astronauti durante la missione dello Space Shuttle STS-88 nel 1998 (Credito immagine: NASA).

Anche così, la comunità scientifica ha il compito di negarne l’esistenza. Se prestiamo attenzione allo studio, gli scienziati non affermano che il segnale radio non abbia un’origine extraterrestre. Dicono che “probabilmente” provenga da qualcosa di terrestre, quindi non ne sono sicuri neanche loro.

Non c’è dubbio che questo sembra essere un tentativo di distogliere l’attenzione da teorie alternative, dal momento che non sono nemmeno sicuri da dove provenga o quale sia la sua fonte. Almeno ci sono buone prove che l’antenna parabolica fosse puntata verso Proxima Centauri nel momento in cui il segnale è stato catturato.