Con cosa si è scontrato il sottomarino nucleare USA nell'Indo-Pacifico

Il sottomarino nucleare USS Connecticut ha colpito una montagna sottomarina inesplorata il 2 ottobre durante una missione nel Mar Cinese Meridionale, secondo quanto riportato lunedì dal portale USNI News, citando le conclusioni degli esperti.

“L’indagine ha stabilito che la USS Connecticut è rimasto bloccato in una montagna sottomarina inesplorata mentre operava in acque internazionali nella regione indo-pacifica”, ha detto il portavoce della settima flotta degli Stati Uniti, Hayley Sims, al suo comandante, il viceammiraglio Karl Thomas, “determinerà se altre azioni di follow-up, inclusa la

responsabilità, sono appropriate”.

Dopo l’incidente, che ha causato il ferimento di diversi membri dell’equipaggio, il sommergibile è stato trasferito a Guam (USA), dove è attualmente in corso una serie di riparazioni per danni alla parte anteriore e alle cisterne di zavorra. Il portale specifica che la Marina deve ancora determinare tutte le parti necessarie per poter lasciare Guam in sicurezza e continuare con le successive riparazioni.

Lanciato nel 1998, l’USS Connecticut è uno dei tre sottomarini di classe Seawolf. Supporta un equipaggio di 126 persone e può trasportare siluri, missili balistici e mine.