Tom Brady e Tampa Bay fanno la storia del Super Bowl

Il Super Bowl 2021 (edizione numero 55) è stato vinto dai Tampa Bay Buccaneers che hanno dominato la finale contro i Kansas City Chiefs con il risultato di 31 a 9. Per Tom Brady, 43 anni, un trionfo: il settimo titolo conquistato, che lo consacra come il miglior quarterback di tutti i tempi.

Il Raymond James Stadium di Tampa, in Florida, è stato teatro questa domenica della 55esima edizione del Super Bowl, il gran finale del campionato di football americano, che questa volta ha avuto un sapore speciale. Perché ha affrontato i Kansas City (detentori del titolo) in difesa con i Tampa Bay Buccaneers. Ma anche perché due titani di questo sport e i due migliori quarterback del momento erano faccia a faccia. Patrick Mahomes voleva il suo secondo anello consecutivo, ma è stato tutto per Tom Brady, che ha aggiunto il suo settimo titolo per ampliare la sua leggenda.

È stata una vittoria per 31-9 per i Bucs per mano del migliore di tutti i tempi, che ha effettuato tre passaggi di touchdown e ha mostrato tutta la sua qualità all’età di 43 anni per ottenere il suo quinto MVP nelle finali di football americano.

Tom Brady e Gisele Bündchen festeggiano la vittoria del Super Bowl 2021.

Questo non ha paragoni. Siamo campioni da sempre“, ha commentato con un sorriso pubblicitario di dentifricio il marito della super modella Gisele Bündchen.

Negli ultimi 45 anni, da quando è stata fondata la squadra di Tampa Bay nel 1976, Chiefs e Buccaneers si sono incontrati 14 volte. Da allora, il record è stato favorevole per i Bucs, vincendo 8 su 6. Nei primi due decenni della Super Bowl, Tampa è stata riconosciuta come una “entità perdente” in quanto ha subito 26 sconfitte consecutive per mano di altre squadre. Ora hanno già due Super Bowls. Il primo era stato con l’argentino Martín Gramatica, un giocatore chiave e implacabile.