Tenzo Kyokun: suggerimenti Zen per rendere il cibo un rito spirituale.

Acquisire le abilità di Tenzo Kyokun è un modo per guidarci verso la spiritualità, attraverso la preparazione del cibo e dei suoi benefici. Il Tenzo Kyokun è un saggio scritto dal grande maestro Eihei Dogen. In questo testo sono riportate le regole per la preparazione del cibo per i monasteri Zen. Nient’altro che la semplice preparazione del cibo, il tenzo è l’onore di guidare la mente all’illuminazione in tutta la cucina.

Il cibo, nella filosofia zen, è come un’offerta al lavoro interiore dei monaci. Nei monasteri, il capo cuoco riflette l’importanza del servizio sul sentiero buddista. Meglio conosciuto come chef, il tenzo (letteralmente “monaco celeste”) conosce i requisiti e dà istruzioni per praticare il dharma buddista durante la preparazione del cibo.

Il Tenzo Kyokun è un saggio scritto dal grande maestro Eihei Dogen.

I suoi compiti principali in cucina sono incentrati sul beneficio degli altri (perché ne beneficia contemporaneamente), sul contributo alla crescita del monastero e, infine, sull’imitazione dei grandi maestri antichi e sul rispetto della loro condotta.

In questa pratica, Eihei Dogen trovò uno degli insegnamenti più preziosi della filosofia Zen. Imparato direttamente da un tenzo, Dogen comprese che la vera pratica della spiritualità e dell’illuminazione si trovava nelle attività quotidiane, specialmente in quelle orientate al beneficio e al servizio degli altri.

Regole per la preparazione del cibo per i monasteri Zen.

È così che la visione corretta della filosofia è stata rivelata a Dogen. Nel tenzo ha trovato il vero significato della pratica del dharma. Questa era la professione degna di un Buddha. In cucina è dove hai il privilegio di aiutare qualcuno direttamente e ti godi i risultati della pratica filosofica.

La bellezza della cucina buddista

Questo testo è il dispiegarsi dello spirito nel cibo e, come scrisse Dogen, dovrebbe essere un libro da comodino per tutti coloro che si dedicano alla cucina e cercano di trovare in essa senso ed essenza.

Anche se non siamo chef professionisti, abbiamo tutti dei momenti in cui il nostro spirito vuole diventare un tenzo. Preparare qualcosa per qualcuno, anche un semplice piatto, ci dà l’opportunità di trovare un’ispirazione piena di scopo. Il Tenzo Kyokun è senza dubbio un servizio che usiamo per nutrire una mente compassionevole.

Riempiamo di benedizioni e vitalità tutto ciò che passa attraverso le nostre mani e che arriva direttamente al nostro corpo.

Consigli Zen per praticare Tenzo Kyokun in cucina.

Alcune delle raccomandazioni nel testo scritto da Dogen sono tradotte di seguito. Che la tua intenzione sia quella di meditare o praticare la tua spiritualità: adesso sai che cucinando lo stai facendo accadere. Ora capiamo perché questa attività offre comfort e benessere.

Suggerimenti Zen per praticare Tenzo Kyokun:

  • Usa la tua mente con attenzione per offrire il grande comfort e sollievo a tutti i presenti.
  • Rispetta il cibo come se lo avessi preparato per un imperatore.
  • Quando lavate e preparate verdure o riso, fatelo con le vostre mani e con gli occhi, facendo uno sforzo sincero.
  • Cerca di offrire i sei sapori nel cibo in modo che non manchino le tre virtù: pulizia, delicatezza e formalità (i sei gusti sono: amaro, acido, dolce, piccante, salato, neutro).
  • Canta mentre prepari gli ingredienti, il tuo assistente dovrebbe fare lo stesso. In questo modo elogi lo spirito custode del focolare.
  • Evita di arrabbiarti e di lamentarti della quantità di cibo. Pratica in modo tale che le cose vengano a risiedere nella tua mente e la tua mente ritorni e risieda nelle cose.
  • Guarda attentamente per non spendere un chicco, pulisci il tuo riso. Mettilo in un contenitore e fai bollire sul fuoco.
  • Quando prepari il cibo, non vedere con occhi normali e non pensare con una mente normale. Non creare una mente sdegnosa quando prepari un brodo; non generare una mente di gioia quando prepari una buona zuppa. Dove non c’è discriminazione, non c’è cattivo gusto.
  • Se qualcosa deve essere venerato, è l’illuminazione. Se un momento qualsiasi deve essere venerato, è il momento dell’illuminazione. Quando desideri l’illuminazione e segui il sentiero, anche prendere un granello di sabbia e offrirlo al Buddha è benefico.
  • Questi e altri suggerimenti sono stati diffusi da Dogen nel Tenzo Kyokun. La cucina è senza dubbio un rito che ci offre illuminazione spirituale. Praticatelo il più possibile e ringraziate il Buddha per l’elevazione che offre il percorso della cucina.