Stai sperimentando sogni strani da quando è iniziata la pandemia? Non sei l'unico [Foto KELLEPICS Pixabay].

Il semplice atto del sogno ha un enorme potenziale terapeutico. Milioni di immaginari inconsci si sono uniti in tutto il mondo concentrandosi sullo stesso fenomeno: COVID-19. Paure, desideri, traumi e altro sono condensati in strani sogni che sono in circolazione da quando è iniziata la pandemia, e potresti non essere l’unica persona a sperimentarli.

Esperti in neuroscienze e psicologia affermano che lo stress può ostacolare un sonno di buona qualità e, pertanto, non dormiamo abbastanza. diminuendo così la qualità della nostra vita.

Ogni notte quando dormiamo entriamo in un viaggio attraverso le quattro fasi del sonno che dura tra 90 e 110 minuti. Pensiamo tutti che lo stress potrebbe non farci dormire, ma succede qualcosa di straordinario quando queste sensazioni si mescolano nel nostro subconscio.

Trasforma i sogni durante la pandemia

Lo stress misto a cattive notizie, preoccupazione e paura portano a incubi. Cioè, siamo in un ciclo di dormire e svegliarsi rapidamente, il che ci consente di ricordare i nostri sogni.

Nelle notti in cui alternate REM e Wake invece di REM e NREM, ricorderete di più i vostri sogni e descriverete il sogno come molto più irrequieto, perché il contenuto dei sogni è spesso intriso di emozioni negative. Questo finisce per influenzare l’umore. Inoltre, un sonno di scarsa qualità aumenta la probabilità di essere di umore negativo.

La nostra memoria tiene traccia dei sogni.

Stai sperimentando sogni strani da quando è iniziata la pandemia? Non sei l'unico [Foto KELLEPICS Pixabay].

Se ti sei svegliato queste mattine con una sensazione non così piacevole, è a causa dello stress collettivo.

La pandemia COVID-19 ha causato cambiamenti nelle nostre menti, e questo si manifesta attraverso i sogni.

Il sonno è così fondamentale per il nostro corpo e la nostra mente da riposare che questa fase di sogno collettivo sta influenzando più del nostro riposo; influenza anche la nostra percezione di ciò che sta accadendo nel mondo reale.

Questi fattori annullano il nostro atteggiamento positivo e fanno cadere i nostri buoni spiriti. Ecco perché è così importante liberare questi sogni ed esprimere le nostre preoccupazioni. Per alleviare un po’ gli incubi o gli strani sogni che abbiamo avuto a causa della pandemia, non esitate di parlarne con amici che possono aiutare a liberarvi di queste emozioni, magari anche con un abbraccio virtuale con una videochiamata.

Questa e altre piccole terapie come il vedere film con un messaggio positivio (no film del terrore o cose simili), consentirà a quelle idee o sensazioni catturate nella mente di fluire verso altri luoghi. Cerchiamo di alleviare il sentimento collettivo generando spazi in cui possiamo narrare queste esperienze.

Dopotutto, il distanziamento sociale può essere una norma fisica, ma ciò non significa che l’essere umano non sia in grado di relazionarsi con gli altri dai suoi diversi sensi. Riduciamo la distanza e connettiamoci attraverso i sogni.