Il co-fondatore di Microsoft Bill Gates ritorna con una nuova profezia, dopo quella con cui aveva avvisato l’arrivo catastrofico (cinque anni aprima) del Coronavirus Covid-19. Adesso ha previsto che dopo la pandemia si svolgerà solo la metà dei viaggi di lavoro, mentre scomparirà più di un terzo dell’orario di ufficio.

“La mia previsione sarebbe che più del 50% dei viaggi di lavoro e più del 30% dei giorni in ufficio scompariranno”, ha detto il filantropo durante la conferenza DealBook del quotidiano The New York Times.

Secondo il magnate Bill Gates, viaggiare in aereo per semplicemente discutere in persona di un problema cesserà di essere la motivazione più comune e la maggior parte delle aziende fisserà una “soglia molto alta” per tali viaggi di lavoro.

“Continueremo ad andare in ufficio in qualche modo, continueremo a fare viaggi di lavoro, ma molto meno”, ha predetto Gates.

Tuttavia, alcune società potrebbero essere più “estreme” di altre nei loro sforzi per ridurre le riunioni di persona, ha aggiunto.

In precedenza, Twitter ha riferito che i suoi dipendenti saranno in grado di lavorare da casa o in qualsiasi altro luogo in modo permanente. Anche altre aziende, come Facebook (sempre in caduta libera), hanno preso decisioni simili, anche se in alcuni casi la mossa porta a tagli salariali.

Microsoft ha annunciato a ottobre che dopo la pandemia i suoi dipendenti potranno svolgere le loro funzioni liberamente da casa per meno del 50% della loro settimana lavorativa, purché i loro obblighi non richiedano la permanenza in ufficio.