La batosta che il Napoli ha inferto alla Juventus (5-1 nell’ultima di campionato) ha messo ancora una volta alle corde Massimiliano Allegri. Zidane e Conte sono le alternative per sostituirlo in panchina.

Il primo è Zinedine Zidane, che da quando ha lasciato il Real Madrid non ha allenato nessuna squadra e fino a poco tempo fa era un’opzione per la nazionale francese. Con il rinnovo di Didier Deschamps sulla panchina dei ‘Les Bleus’, ‘Zizou’ resta libero e sarebbe aperto a sentire la proposta dei vertici bianconeri.

La seconda opzione è Antonio Conte. L’allenatore 53enne è ancora al comando del Tottenham ma da mesi in Inghilterra credono che ci sia logoramento tra l’allenatore e la dirigenza degli ‘Spurs’. Questo, inoltre, ha fatto ritardare il suo possibile rinnovo e la possibilità di salutare Londra a fine stagione è latente.

Se non ci sarà un dialogo aperto con Zidane, la Vecchia Signora punterebbe sull’italiano.

GXe8vLf

Lo svantaggio principale per la Juventus è il contratto con Massimiliano Allegri, che scade solo nel 2026. Se decidono di licenziarlo prima di quella data, dovranno pagargli 7 milioni di euro come parte dello stipendio. Per questioni economiche, questo scenario è quello che piace di meno alla Juve.

L’unica opzione, prima di pensare a Zidane o Conte, è che Allegri si riprenda negli ultimi mesi e guidi la squadra a lottare per il titolo. La sfida non sarà solo in Serie A, ma anche in Europa League, dove affronteranno il Nantes negli ottavi di finale.