nAfst1z

CALCIOMERCATO JUVENTUS – Nonostante la sua partenza fosse un’opzione impossibile solo pochi giorni fa, la Juventus sta ora aprendo le porte a una partenza per Dusan Vlahovic. In ogni caso, se una squadra vuole ottenere il suo acquisto, deve mettere sul tavolo 100 milioni di euro.

Pur avendo avuto l’occasione di dare uno scossone alla classifica solo pochi giorni fa, la Juventus è stata clamorosamente sconfitta da un Napoli che ha messo in chiaro le differenze attualmente esistenti tra le due squadre. Attualmente al terzo posto della classifica di Serie A, precisamente a dieci punti dagli azzurri di Spalletti, la Vecchia Signora dovrà migliorare il proprio rendimento se vorrà migliorare i propri risultati.

Intanto salgono alle stelle anche le informazioni su possibili movimenti della squadra torinese in sede di calciomercato. Nomi diversi hanno sfilato sulla scena sotto forma di possibili incorporazioni, anche se per il momento nessuna delle alternative è andata oltre il campo della mera ipotesi.

Porta aperta a Dusan Vlahovic: avanti Arsenal e Chelsea

Si parla anche di possibili uscite. Ed è proprio qui che emerge sulla scena un nome proprio. Nello specifico si tratta dell’attaccante balcanico Dusan Vlahovic, notevole scommessa appena un anno fa che in questa stagione ha mostrato notevoli problemi. Senza giocare una partita ufficiale con la sua squadra dal 25 ottobre 2025, il serbo è riuscito a malapena a contribuire con 7 gol.

L’addio di Vlahovic dalla Juve potrebbe essere un dato di fatto nei quindici giorni appena che mancano al mese di gennaio. Valutato 100 milioni di euro, sono due le destinazioni che si affacciano sulla scena con più forza. Il primo è il Chelsea, che ha una fonte di fondi pressoché inesauribile, visto quanto da settimane investe in nuovi acquisti. Il secondo è l’Arsenal, che dopo aver perso Mijailo Mudryk proprio per mano dei vicini di Stamford Bridge, è alla ricerca di un acquisto di riferimento con cui potenziare ancora di più le proprie opzioni per il titolo di Premier League.