Giorgio Albertazzi, Gianluca Pecchini, il Capitano Achab, Guy Fawkes, Roger Moore, in diretta streaming su Radio 24

Il ricordo di Giorgio Albertazzi (nella foto), il fondatore della Nazionale Cantanti Gianluca Pecchini, il terrorista inglese Guy Fawkes e il sette volte 007 Roger Moore. Ecco la programmazione de Il Falco e il Gabbiano, il programma di Enrico Ruggeri in onda dal lunedì al venerdì alle 15:30 in diretta streaming su radio24.it. Il Capitano Achab con la sua battaglia contro Moby Dick è invece il protagonista della puntata di Sulle Ali di Carta.

Giorgio Albertazzi

Giorgio Albertazzi esordisce in teatro nel 1949 e da quel momento non abbandonerà mai più le scene teatrali, televisive o cinematografiche, fino alla sua morte avvenuta il 28 maggio 2016. Definito l’ultimo imperatore del teatro italiano, per oltre sessant’anni la carriera di Giorgio Albertazzi è stata caratterizzata da interpretazioni magistrali, entrate nella storia, che ne hanno fatto un interprete unico e rappresentativo del nostro teatro. A un anno di distanza dalla sua scomparsa, la sua storia con Enrico Ruggeri.

Gianluca Pecchini

Il giorno in cui si giocherà a Torino, allo Juventus Stadium, la 26a Partita del Cuore, che metterà di fronte la Nazionale Cantanti con la Nazionale Campioni della Ricerca, martedì 30 maggio Enrico Ruggeri racconta a Il Falco e il Gabbiano, in onda in diretta streaming alle 15:30 su Radio 24, la storia dell’uomo che ha dato vita a questo bellissimo progetto. Un progetto di solidarietà al quale lo stesso Ruggeri ha aderito sin dagli inizi e che in questi anni ha letteralmente fatto scendere in campo personaggi famosi della politica, della musica, del cinema, dello sport. Un progetto, quello della Nazionale Cantanti, che quest’anno compie trent’anni, nato dall’entusiasmo di Mogol e raccolto, organizzato e portato avanti da Gianluca Pecchini.

Il Capitano Achab

A “Sulle Ali di carta”, mercoledì 31 maggio Enrico Ruggeri racconta su Radio 24 l’avvincente storia del Capitano Achab e della sua personale battaglia con la balena bianca Moby Dick. Esperto marinaio, come i tanti che ai primi del 1800 partivano dalle coste del Massachussetts per uccidere i giganti del mare e venderne il grasso, il Capitano Achab non è come tutti gli altri balenieri.

La sua vita è stata condizionata dall’incontro con un enorme capodoglio, bianco come il latte. Nella loro prima battaglia mortale, il cetaceo ha strappato una gamba al Capitano, scatenando in lui un desiderio di vendetta, bruciante come un fuoco inesauribile. E proprio la ricerca di questa vendetta porterà Achab quasi a perdere la sua natura umana, fino a trascinare con sé nell’abisso l’intero equipaggio della sua baleniera, il Pequod. Solo un marinaio sopravvivrà e racconterà al mondo la terribile storia.

Guy Fawkes

La storia di Guy Fawkes.“Ricorda, ricorda il 5 novembre”. Questa è una filastrocca che tutti i bambini d’Inghilterra hanno imparato e che viene usata come “conta” quando si gioca per strada. Una filastrocca che cita una data precisa: il 5 novembre 1605. È la data in cui si ricorda la Congiura delle Polveri, il complotto organizzato da un gruppo di cattolici inglesi per cercare di uccidere Re Giacomo I d’Inghilterra. Una cospirazione che voleva cambiare il mondo. Di questo gruppo di cospiratori fa parte il protagonista della puntata de Il Falco e il Gabbiano di giovedì 1 giugno di cui Enrico Ruggeri ci racconta la storia: Guy Fawkes.

Roger Moore, sette volte James Bond

Per chiudere la settimana de Il Falco e il Gabbiano, a pochi giorni dalla sua scomparsa avvenuta lo scorso 23 maggio, venerdì 2 giugno Enrico Ruggeri racconta la storia del sette volte James Bond, Roger Moore. Famoso in tutto il mondo per il ruolo di 007, oltre che per le notissime serie televisive “Il Santo” e “Attenti a quei due”, l’atletico e affascinante Roger ha avuto una carriera straordinaria, grazie soprattutto alla sua innata eleganza e a un’ironia disinvolta e disincantata che non l’ha mai abbandonato, perfino nei ruoli più impegnativi. Negli ultimi anni della sua lunga vita si è dedicato alle campagne umanitarie, divenendo Ambasciatore dell’Unicef a difesa dei bambini di tutto il mondo, ha prestato la sua immagine all’associazione People for the Ethical Treatment of Animals ed è stato nominato nel 2003 dalla Regina Elisabetta Cavaliere dell’Impero Britannico, potendosi fregiare del titolo di Sir.

Per l’ascolto in diretta live streaming: www.radio24.it