Dicembre con Allineamento Planetario Giove Saturno, Stelle cadenti e Eclissi Solare Totale.

Gli appassionati di astronomia hanno questo dicembre un programma completo di spettacoli celesti visibili da diversi angoli del nostro pianeta. Il 14 dicembre, giorno che coincide con il novilunio, gli abitanti di diversi paesi sudamericani potranno assistere a un’eclissi solare totale, un fenomeno raro che non si ripeterà fino al 2048. Il fenomeno astronomico può essere parzialmente apprezzato in Perù, Bolivia, Uruguay, Paraguay, Ecuador e Brasile, mentre gli abitanti di alcune regioni dell’Argentina e del Cile avranno la possibilità di goderne nella sua interezza.

Lo stesso giorno, le stelle cadenti Geminidi, una pioggia di meteoriti, visibile più chiaramente dall’emisfero settentrionale, raggiungeranno il loro picco di attività, che si ripete ogni dicembre quando la Terra attraversa i resti di un asteroide noto come 3200 Phaethon. Il fenomeno astronomico inizierà dal 4 dicembre e, secondo le stime dell’International Meteor Organization (IMO), quest’anno il suo ritmo orario zenit potrebbe raggiungere le 150 meteore all’ora.

Tra il 17 e il 26, il cielo settentrionale sarà illuminato da un’altra pioggia di meteoriti, le Stelle Cadenti Ursidi, la cui attività massima è prevista per il 22 dicembre con una media di 10 meteore all’ora e punte fino a 25 meteore all’ora.

D’altra parte, il 21 dicembre le orbite di Giove e Saturno si avvicineranno a 0,1 gradi mentre attraversano la costellazione dell’Unicorno. Durante questo approccio chiamato la “Grande Congiunzione“, che si ripete ogni 19 anni, entrambi i giganti gassosi possono essere osservati contemporaneamente con l’aiuto di un piccolo telescopio. Tuttavia, saranno visibili solo per brevi istanti, immediatamente dopo il tramonto, prima che i pianeti tramontino dietro l’orizzonte.

E prima di salutare il 2020, a partire dal 28 dicembre e dall’emisfero settentrionale – e in misura minore fino al 50° parallelo sud – si vedrà l’inizio della pioggia meteorica Quadrantide. Il fenomeno raggiungerà la sua massima intensità il 3 gennaio, con una media di 25 meteore all’ora e punte di 110 meteore all’ora. Tuttavia, la luce intensa della Luna ne attenuerà la luminosità.