Vita Aliena su Marte: Scoperto ossigeno nell'acqua del Pianeta Rosso.

Il pianeta Marte è sempre meno misterioso agli occhi della scienza astronomica. Ulteriore importante scoperta in queste ore che proietta il Pianeta Rosso in una dimensione meno tenembrosa e misteriosa. Gli scienziati del California Institute of Technology (Caltech) in una ricerca pubblicata sulla rivista Nature Geoscience, affermano che è stato scoperto ossigeno nell’acqua salata che si trova nel sottosuolo di Marte. Il team di lavoro alla guida di Vlada Stamenkovic ha evidenziato attraverso i loro calcoli che “l’ossigeno potrebbe sostenere la vita di microrganismi e animali più complessi, come spugne“.

E’ una notizia molto importante perchè fino ad oggi, si credeva che non esistessero forme di vita aliene capaci di respirare ossigeno su Marte. L’atmosfera del Pianeta Rosso infatti è poverissima di questo gas. Ma la nuova scoperta apre un nuovo scenario, completamente nuovo. Con questi nuovi dati infatti aumenta in modo significativo “la probabilità che ci siano le condizioni per ospitare microrganismi il cui metabolismo è basato sull’ossigeno, perché trovano il gas disciolto nell’acqua salata”.

Siamo sicuri che qualcuno di voi dirà in questo momento: “ve l’avevo detto io!”. Beh, questa scoperta alimenta pure le teorie di coloro i quali, come gli ufologi, sostengono che ci sia Vita Aliena su Marte da molti anni se non migliaia di anni. A sostenere le loro supposizioni gli innumerevoli video e foto della NASA che mostrano strutture di civiltà extraterrestri come le piramidi.

I ricercatori concludono la loro analisi affermando che: “Non sappiamo se Marte abbia mai ospitato la vita … ma i nostri risultati estendono la possibilità di cercarla, indicando che le forme di vita basate sull’ossigeno sul Pianeta Rosso potrebbero essere possibili”, a differenza di quanto immaginato finora. C’è acqua e ossigeno nel sistema solare, fattore che estende l’opportunità di cercare Vita Aliena Extraterrestre su altri pianeti e lune che ospitino sacche di acqua salata o oceani sotterranei, come la luna di Saturno Encelado.