Esperto spiega perché dovresti smettere di usare Facebook Messenger

PRIVACY DATI INTERNET A RISCHIO – Il giornalista specializzato in sicurezza informatica, Zak Doffman, ha dichiarato in un articolo per Forbes, pubblicato questo sabato, che dovremmo smettere di usare Facebook Messenger a causa della mancanza di un’adeguata protezione dei nostri messaggi: “Se sei uno degli 1,3 miliardi di utenti di Facebook Messenger, l’improvviso contraccolpo subito da WhatsApp dovrebbe servire come un duro avvertimento”.

Doffman ha affermato che la debacle di WhatsApp, causata dalla sua intenzione di implementare nuove politiche, in cui prevedeva di iniziare a condividere i dati degli utenti con Facebook, “ha distolto l’attenzione da quanto sia grave l’invasione della privacy di Messenger“.

“Non c’è alcuna giustificazione per questo. Sappiamo tutti che Facebook vive dei nostri dati, è così che paghiamo per i loro servizi “gratuiti”. Ma deve esserci un limite. Se ci troviamo in un posto in cui Facebook dice” prenderemo tutto ciò che possono inserire nelle nostre mani”, e diciamo “sì, va bene”, quindi cosa dice di noi e del valore che diamo alla nostra privacy”.

Il giornalista ha affermato che l’argomento principale di WhatsApp a sua difesa era che l’applicazione non può leggere i nostri messaggi e nemmeno Facebook. “Non sei così fortunato, tuttavia, se sei un utente di Messenger”, ha detto Doffman.

Ha indicato che la crittografia end-to-end, che WhatsApp fornisce ai suoi utenti, viene utilizzata in Messenger solo nei messaggi privati, non all’interno dei gruppi e non è attivata per impostazione predefinita. La funzione “dovrebbe essere l’impostazione predefinita per qualsiasi piattaforma di messaggistica utilizzata”, ha detto il giornalista.

Doffman ha sottolineato che l’applicazione “monitora il contenuto e noterai che “salute e forma fisica“, “informazioni sensibili” e “informazioni finanziarie” sono tra la massa di campi di dati degli utenti che ammette di raccogliere tramite la sua piattaforma Messenger.

E’ il momento di cambiare

“Il consiglio ora è semplice. Se sei ancora su Messenger o se utilizzi i messaggi diretti di Instagram per qualcosa di diverso dall’interazione con le aziende da cui stai facendo acquisti e [creando] contatti casuali, allora è il momento di

cambiare. L’opzione più semplice resta WhatsApp, date le sue dimensioni: tutti i tuoi amici e familiari sono probabilmente utenti. Se vuoi un’opzione più sicura, usa Signal in parallelo. Sarà più utilizzabile man mano che più contatti si uniranno”, ha sottolineato.

Fuga da WhatsApp

La scorsa settimana WhatsApp ha informato i propri utenti che i dati raccolti dal servizio verranno ora condivisi con Facebook, che l’utente lo desideri o meno.

La notizia ha scatenato una controversia sulla privacy in Rete ed è stata duramente criticata da personalità come il co-fondatore di Tesla e capo di SpaceX, Elon Musk, e il co-fondatore di Telegram, Pável Dúrov.

Come risultato della perdita di utenti, Telegram domenica scorsa è diventata la seconda applicazione più scaricata negli Stati Uniti. In totale, è stata installata 545 mila volte nel paese in un giorno. Signal è stato scaricato 7,5 milioni di volte in tutto il mondo tra il 6 e il 10 gennaio, 43 volte in più rispetto alla settimana precedente.


Fonte: Why You Should Stop Using Your Facebook Messenger App [Zak Doffman su Forbes].