Rapporto del Pentagono: Eliminazione del "Gene di Dio" con un Virus

La seguente registrazione (ID DOD: 149AZ2) è stata filmata dal Dipartimento della Difesa in una sala conferenze al Pentagono (BC232) il 13 aprile 2005. Secondo la fonte che ha pubblicato il video [1], un certo Joey Lambardi lo ha diffuso nel 2012, cosa che a quanto pare gli è costata la prigione. E’ una Fake News? Il dibattito è aperto…

Nel video appare un uomo che si presume sia uno scienziato, che tiene una conferenza sul cervello e un gene chiamato VMAT2 a un gruppo di uomini in giacca e cravatta, oltre a soldati in uniforme. L’uomo parla di religione e mostra una serie di scansioni cerebrali di risonanza magnetica.

L’uomo afferma che l’inibizione di VMAT2 potrebbe, nel tempo, far cambiare il cervello di una persona da una struttura cerebrale religiosa, che è scientificamente chiamata fenotipo, a una struttura cerebrale non religiosa. Apparentemente, VMAT2 è il nome scientifico di ciò che è noto come “Gene of God“.

FunVax

Alla fine della clip, l’espositore riferisce di aver presentato una proposta con il nome FunVax per iniziare a sperimentare con il gene VMAT2 con l’obiettivo di creare un virus, simile al virus dell’influenza, che eliminerebbe o sostituire questo gene dalle persone in Medio Oriente per raggiungere obiettivi geostrategici: per esempio eliminare la diversità religiosa per stabilire la pace in Medio Oriente.

Ciò è contraddittorio per due ragioni. In primo luogo, è noto che la religiosità dei gruppi musulmani radicali non rappresenta alcun pericolo reale per il popolo americano, poiché sono il complesso industriale militare statunitense e l’Impero britannico che finanziano e coordinano il terrorismo musulmano su richiesta della “nobiltà nera internazionale“.

Inoltre, la “pacificazione” del Medio Oriente basata sull’eliminazione della sua religiosità sembra essere più correlata all’obiettivo geostrategico di eliminare le barriere religiose, culturali, ecc. ossia stabilire un regime mondiale totalitario.

In secondo luogo, secondo gli esperti, rimuovere il “gene di Dio” non significa rimuovere un “gene” stesso, ma piuttosto influenzare il cervello (in pieno stile Rettiliano) in modo che gli esseri umani perdano la loro spiritualità. Perché meno una persona è spirituale, più diventa controllabile e influente.

Infatti, è stato dimostrato che esisteva già un intervento genetico di questo tipo ad un certo punto della preistoria (2).

Nel 2013, il matematico Vladimir Scherbak (Al-Farabi University) e l’astrobiologo Maksim Makukov (Fesenkov Astrophysical Institute, Kazakistan), hanno ripreso il misterioso codice numerico incorporato nel DNA umano e hanno scoperto un anno prima dagli scienziati di Boston che non era altro che un algoritmo informatico, come quello di un computer, uno schema che non obbediva a nulla di naturale e che era stato necessariamente creato artificialmente.

Cosa ci fa un algoritmo nel DNA umano?

Modifica i risultati in modo casuale o a discrezione di chi l’ha programmato. Ed è quello che ricercatori come il professor Carlos Delfino hanno chiamato “Il grande intervento del genere umano“. Bene, ciò che è stato fatto con l’incorporamento del codice genetico è stato fondamentalmente per migliorare la parte materiale sulla parte spirituale, o il “corpo” sull’ “anima” in

termini di dualismo corpo-anima che è stata una domanda eternamente in sospeso in antropologia filosofica.

“Vale a dire, ci hanno programmato con il materialismo e tutta la cultura che è stata fondata in seguito era intorno agli oggetti materiali. Così sono passati anni, secoli, millenni, da quando questo è accaduto prima della grande catastrofe alluvionale, rendendoci idolatri del materialismo”. Carlos Delfino in “The Great Intervention of the Human Race” (3).

Colpisce infine che un gruppo di medici e scienziati del movimento Doctors for Truth Spain abbia avvertito che “i vaccini contro il Covid-19 fanno parte di un esperimento di transgenesi per modificare la specie umana a medio lungo termine“.

Affermano che i retrovirus endogeni, che potrebbero essere antichi virus a RNA che si sono inseriti nel genoma e vi sono rimasti come geni, hanno una sequenza molto simile a quella di SARS-Cov-2. Affermano anche che l’RNA del vaccino transgenico è fondamentalmente “uno di questi virus endogeni”.

Cioè, persuadendo i suoi militari e appaltatori sulla necessità di manipolare il cervello umano per eliminare la spiritualità (la coscienza umana e la sua capacità di manifestarsi in modo creativo a livello coscienziale), il Pentagono (che è controllato dalla “nobiltà anglo-nera veneziana” teorizzata da John Coleman e Jan van Helsing) in realtà sembrerebbe voler giustificare il “Secondo Intervento della Razza Umana, che in questo contesto farebbe parte di un processo di transumanesimo incentrato sulla riduzione – ancor di più – della capacità spirituale dell’essere umano di trasformarlo in un più controllabile schiavo.


Riferimenti:

[1] SPHIR – Pentagon briefing on removing the God gene. [Video YouTube]

[2] Notizie IN – Intervento o panspermia diretta? L’origine del DNA umano.

[3] Carlos Delfino – Il grande intervento della razza umana.