Rettiliani alla guida degli USA: Video medico Pediatra ritwittato da Trump

Una pediatra di Houston, negli Stati Uniti, che ha elogiato l’idrossiclorochina come cura miracolosa per il coronavirus, in un video virale ritwittato dall’allora presidente degli Stati Uniti Donald Trump, attribuisce i suoi problemi ginecologici al sesso con spiriti maligni e crede che “menti rettiliane” abbiano governato gli Stati Uniti.

Il video virale di Stella Immanuel ha attirato l’attenzione su un gruppo poco conosciuto che si fa chiamare “America’s Frontline Doctors”, il cui scopo sembra essere la promozione del farmaco antimalarico utilizzato nella lotta contro il Covid-19.

“Nessuno ha bisogno di ammalarsi. Questo virus ha una cura, si chiama idrossiclorochina”, ha esclamato Immanuel lunedì dai gradini della Corte Suprema di Washington, dove si trovava a un “Vertice del mantello bianco” di medici che la pensavano allo stesso modo.

All’inizio della pandemia, gli scienziati stavano lottando per scoprire se le proprietà antivirali dell’idrossiclorochina l’avrebbero resa efficace nei pazienti con SARS-CoV-2.

Finora, tuttavia, tutti i principali studi clinici che hanno riportato i loro risultati su questo argomento non hanno riscontrato alcun beneficio e le principali autorità sanitarie nazionali hanno deciso di limitarne l’uso a causa di possibili danni cardiaci.

Il medico di famiglia ha detto che tutti i 350 pazienti che aveva trattato con il farmaco, inclusi alcuni con gravi condizioni preesistenti, erano sopravvissuti e che l’idrossiclorochina era così potente da rendere inutili maschere e distanze fisiche per contenere la pandemia.

Il video era stato condiviso da Trump e dal figlio Donald Trump Jr, che lo ha definito un “must watch“, poi però è stato rimosso da Facebook, Twitter e YouTube per aver promosso disinformazione. Alla domanda in una conferenza stampa sul suo retweet, il presidente ha detto: “Pensavo che quello che ha detto fosse importante, ma non so nulla di lei”.

Il dibattito sull’idrossiclorochina ha una forte sfumatura politica poiché leader come Trump e alcuni conservatori americani ne incoraggiano fortemente l’uso. E il curioso caso di Immanuel e dei suoi colleghi, su cui il sito web statunitense The Daily Beast riportato approfonditamente, sottolinea fino a che punto i sostenitori di questo farmaco sono disposti a spingersi.

Gruppo politico di destra

Il sito web “America’s Frontline Doctors” ha avuto vita solo una decina di giorni: secondo un verificatore di domini web è stato rimosso pochi giorni dopo la sua creazione.

Il “Tea Party Patriots“, un gruppo politico di destra sostenuto da ricchi repubblicani, ha detto sul suo sito web di essere responsabile dell’organizzazione del vertice medico a Washington.

Ulteriori indagini sul sito web di Immanuel, ora accessibile solo tramite un visualizzatore di archivi internet, così come il suo account YouTube, rivelano un lungo elenco di credenze strane e non scientifiche. Ad esempio, afferma che gli “spiriti tormentosi” fanno regolarmente “sesso astrale” con le donne, causando “problemi ginecologici, angoscia coniugale, aborti spontanei” e altri disturbi.

In un video del 2015, Immanuel, che gestisce un gruppo religioso chiamato “Fire Power Ministries”, ha detto: “Ci sono persone che governano questa nazione che non sono nemmeno umane”, descrivendole come “spiriti rettiliani” che sono “metà umani, metà alieni”.

Nello stesso video, critica l’uso del “DNA alieno” per curare i malati, che ha detto che aveva indotto gli umani a mescolarsi con i “demoni”. Mette anche in dubbio il matrimonio gay, che secondo lei porterebbe al matrimonio di adulti con bambini.

Chi è Stella Immanuel

Stella Immanuel è nata nel 1965, ha conseguito la laurea in medicina presso l’Università di Calabar in Nigeria e ha una licenza valida per esercitare la medicina, secondo il sito web del Texas Medical Board.

Dopo che Facebook ha scaricato il suo video, l’account Twitter @stella_immanuel ha avvertito che i server dell’azienda avrebbero iniziato a guastarsi fino a quando non fosse stato ripristinato.

“Se non pubblicano di nuovo la mia pagina, Facebook cadrà nel nome di Gesù”, ha detto.