Incredibile gigantesca cisti ovarica di 23 chili.

Roba da non credici! Kayla Rahn, una donna dell’Alabama (USA) che per mesi ha sofferto di aumento di peso, dolore addominale, gonfiore e difficoltà respiratorie, è rimasta incredibilmente sorpresa quando ha appreso il motivo dei suoi disturbi: un tumore gigante che pesava quasi 23 chili. Non si tratta di un record, quello lo detiene un’altra persona alla quale è stato estratto un tumore da 60 kg.

Prima di sapere cosa fosse, i medici gli dissero di perdere peso. “Non potevo nemmeno andare alla mia macchina senza perdere il respiro“, ha detto Rahn in un’intervista per il Washington Post. “Ho cercato di perdere peso per circa un anno, ma stavo guadagnando peso”, ha detto Rahn. “Siamo andati a cena e qualcuno mi ha chiesto se avevo due gemelli e se n’è andato, è stato frustrante e difficile“.

A maggio, quando il dolore divenne travolgente, la madre di Rahn la portò al pronto soccorso dell’ospedale Jackson di Montgomery, in Alabama. Dopo una serie di test, è stata trovata una grande massa nella sua ovaia.

Ricordo di aver detto a mia madre che sapevo che avrebbero risolto il problema“, ha detto Rahn. “Sapevo che c’era qualcosa di sbagliato“.

Durante l’intervento, i medici hanno rimosso una cisti di 22,6 kg con le dimensioni approssimative di un cocomero. “La diagnosi tecnica era un cistoadenoma mucinoso“, ha affermato il dott. Gregory Jones, ostetrico e ginecologo dell’ospedale. Sebbene fastidioso, questo tipo di cisti è benigno, quindi anche il cantante non svilupperà il cancro.

Jones, che era nella sala operatoria, disse che questo era qualcosa che già aveva visto prima, ma le dimensioni erano sorprendenti. “Questo è uno dei più grandi che ho visto o eliminato”, ha detto il dottor Jones. In generale, il dottor Jones dice che l’intervento chirurgico di Rahn è stato un successo: “Siamo molto contenti che tutto sia andato bene per lei”.

Rahn è rimasto nell’unità di terapia intensiva per un paio di giorni mentre i suoi organi, che erano stati serrati nell’addome, hanno iniziato a tornare al loro posto. Il dottore ha anche spiegato che una volta che il corpo è stato decompresso, alcuni pazienti possono avvertire cambiamenti nella pressione sanguigna o problemi di elettroliti o di reni. Ma Rahn, ha detto, lo ha fatto “estremamente bene”.