Nazionale con la maglia verde non solo contro la Grecia.

La maglia verde della Nazionale? Basta paura di cambiare, il mondo del calcio deve aprirsi”. Così Gian Paolo Montali, direttore generale del progetto Ryder Cup 2022 riguardo le polemiche legate alla maglia verde che la nazionale di Mancini indosserà contro la Grecia, sabato all’Olimpico, nella partita che la può qualificare a Euro 2020.

Ai microfoni di Tutti convocati a Radio 24, Montali ha detto:

Non bisogna aver paura di cambiare. Bisogna aver paura di rimanere uguali. Io ho lavorato nel calcio, quattro anni alla Juventus e tre anni alla Roma, da direttore generale. Io trovo che il mondo del calcio sia ancorato a delle vecchie cose.

A cominciare da queste piccole cose, ogni volta che si cambia la maglia di un club… si è troppo legati al passato, non si è proiettati al futuro”.

Nazionale in verde non solo contro la Grecia, a novembre ci sarà il bis.

“Si ha come programmazione di una settimana, massimo tre. Non c’è una programmazione di medio-lungo termine. Queste cose devono far aprire la mente di chi lavora nel mondo del calcio. E ben vengano persone che vengono da esperienze diverse che portano innovazione, altrimenti il calcio rimarrà sempre uguale e invece deve cambiare, perché sono migliorate le qualità delle persone, i giocatori, la gente che ci lavora… poi è chiaro alcune cose, come alcune maglie, le vedo anch’io che sono molto particolari, ma il calcio deve aprirsi“.

L'Italia indosserà la nuova divisa Puma.

L’Italia indosserà la nuova divisa Puma anche in occasione di una delle ultime due gare di qualificazione agli Europei del prossimo anno. Le due amichevoli da fissare nella settimana dal 23 al 31 marzo saranno probabilmente l’occasione per il debutto del nuovo kit azzurro.