Mercati Azionari 2023: in arrivo una "calamità" a causa dell'elevata inflazione

Entro il 2023, i mercati statunitensi potrebbero dover affrontare una “calamità” a causa dell’elevata inflazione e di altri fattori economici, afferma Jeffrey Gundlach, CEO della società di gestione degli investimenti DoubleLine.

La curva dei rendimenti del mercato dei buoni del Tesoro USA indica che i “problemi” stanno arrivando, ha detto Gundlach martedì durante un evento finanziario a Miami, in Florida. Il dirigente ha fatto riferimento alla recente inversione dei rendimenti dei Treasury a due anni, scesi al 2,426%, mentre il rendimento dei titoli a dieci anni ha raggiunto il 2,770%.

Quando questi rendimenti vengono invertiti, “dovresti essere alla ricerca di una recessione, e noi lo siamo”, ha detto Gundlach. Di recente, il rendimento dei Treasury a due anni ha sovraperformato brevemente il rendimento a dieci anni.

Il costo della vita è “molto più alto”

Il fatto che i rendimenti obbligazionari a 10 anni abbiano nuovamente sovraperformato i rendimenti a 2 anni “non è motivo di celebrazione, se la crescita economica è ciò che stai cercando”, ha affermato l’investitore.

Secondo il portale MarketWatch, una persistente inversione di curva di questi indicatori ha storicamente preceduto una recessione.

Nel frattempo, il costo della vita è “molto più alto” di quanto si riflette nell’ultimo indice dei prezzi al consumo (CPI), afferma Gundlach. L’inflazione CPI statunitense è aumentata dell’8,5% il mese scorso rispetto ai dodici mesi precedenti, segnando il più grande aumento anno su anno dal dicembre 1981.

L’attuale assetto del mercato azionario è “molto simile” a quanto visto nel quarto trimestre del 1999, afferma l’amministratore delegato di DoubleLine, riferendosi al periodo precedente allo scoppio della bolla delle dot-com che portò al fallimento. numero di aziende alla fine degli anni ’90.