Johnny Depp parla del Veto di Hollywood in una intervista

Johnny Depp ha parlato candidamente del suo boicottaggio di Hollywood dopo aver perso la causa contro un tabloid britannico che lo accusava di picchiare le donne. L’attore è stato sincero soprattutto durante la sua intervista al Sunday Times.

Johnny Depp (58 anni di età) ha iniziato ribattezzando il suo boicottaggio online “l’assurdità della matematica dei media”. Ma ha anche ammesso: “Tutto quello che ho passato, l’ho passato. Ma alla fine, questa particolare arena della mia vita è stata così assurda…”.

Johnny Depp, nel corso della sua intervista, ha anche fatto riferimento agli articoli dei tabloid, spiegando che Hollywood non è mai stato il suo “datore di lavoro” perché sono sempre stati i fan ad aiutare le multinazionali a fare fortuna

con i soldi”. Ha ammesso: “Solo i fan sono sempre stati i miei datori di lavoro. Sono tutti i nostri datori di lavoro. Comprano biglietti, merce. Hanno arricchito tutti quegli studi, ma l’hanno dimenticato molto tempo fa. Io di certo no”.

“Sono orgoglioso di queste persone, per quello che stanno cercando di dire, che è la verità. La verità che stanno cercando di rivelare, dal momento che non lo fanno nelle pubblicazioni più convenzionali. È una strada lunga che a volte diventa imbarazzante”.

Johnny Depp conclude: “A volte è semplicemente stupido. Ma sono rimasti nella lotta con me ed è per loro che combatterò. Sempre fino alla fine. Qualunque cosa possa succedere”.