È iniziata una mini Era Glaciale sulla Terra, eravamo stati avvisati.

Il vortice polare che ha congelato in modo parziale le Cascate del Niagara e del Lago Michigan, riguarda 31 stati degli Stati Uniti d’America. Le temperature hanno toccato in alcuni punti anche i 50 gradi sottozero. Sembra di vivere la mega tempesta narrata in “The Day After Tomorrow“. Ciò ci fa riflette negli effetti del riscaldamento globale di fronte all’enorme calo delle temperature oceaniche che porterebbe ad una vera era glaciale, in poco più di ventimila anni.

Così, un team di scienziati dell’Università della Northumbria (Regno Unito) stima che sulla Terra “nei prossimi 15 anni saremo in grado di vivere una mini glaciazione“. I ricercatori dicono che l’accuratezza dei loro calcoli è del 97%.

Secondo un rapporto pubblicato sulla rivista “Science Daily”, inoltre, ci si attende inoltre che l’attività solare entro il 2030 scenda del 60%, il che contribuisce a un drastico calo delle temperature sulla Terra.

La quantità di macchie solari verrà ridotta considerevolmente. Secondo il rapporto, l’ultima “mini glaciazione” fu vissuta sul nostro pianeta nel 1645 e durò fino al 1715. Parliamo di 70 anni, davvero molti anni in una assoluta oscurità e se dovette succedere nuovamente oggi, immaginate quali catastrofiche conseguenze per gli esseri umani sul Pianeta?

Cambio climatico: Incredibile velocità della perdita di ghiaccio in Antartide.

In questo inizio del 2019 parti che limitano il confine tra Stati Uniti e Canada stanno vivendo un inverno estremo. Sta succedendo anche nel Nord Europa e in Russia. È iniziata una mini età glaciale, prevista per alcuni anni, a causa della bassa attività ricorrente del Sole?

La NASA ha rivelato che le attività delle macchie solari registreranno un minimo storico tra il 2019 e il 2020.

Secondo l’agenzia spaziale statunitense, questo potrebbe cambiare drasticamente il clima nello spazio, interrompere le comunicazioni e i sistemi di navigazione e persino i detriti spaziali potrebbero iniziare a precipitare sulla Terra.

Sebbene la NASA non abbia riconosciuto che nei prossimi mesi affronteremo una mini era glaciale, molti scienziati hanno da tempo avvertito che questo fenomeno si verificherà.

Tuttavia, continuano senza preparare la popolazione per effetti catastrofici. Come accaduto decenni fa con il cambio climatico, c’erano molti scienziati che avvertivano di ciò che stiamo attraversando oggi, ma non sono state prese misure per preparare le persone.

Il clima sta cambiando, ma si raffredda più del riscaldamento. Le temperature più fresche significano cambiamenti di stagione più brevi, con meno cibo per sostenere una popolazione mondiale molto più grande di quella che esisteva durante l’ultima era glaciale. E coloro che sono interessati alla sovrappopolazione sul pianeta si sentiranno molto più tranquilli sapendo che Madre Natura ha un piano per eliminare la popolazione.

Previsione di tempesta solare per il 20 febbraio.

In ogni caso, se questo nuovo surriscaldamento globale è stato realmente causato dall’uomo, la verità è che serve a ritardare il prossimo periodo di raffreddamento o la nuova era glaciale per un decennio o un secolo. Forse, la comunità scientifica dovrebbe ascoltare di più quegli scienziati che hanno avvertito sulla prossima era glaciale per decenni.

Dovrebbero smetterla di incolparci di tutto ciò che sta accadendo sul nostro fragile pianeta e di come l’aumento delle temperature causi eventi meteorologici estremi come quelli a cui stiamo assistendo.