Incredibili foto satellitari dell'ondata di gelo in USA e Canada.

Un’immagine satellitare presa dal NOAA-20 dell’Amministrazione Oceanografica e Atmosferica Nazionale degli Stati Uniti, mostra i cumuli di nubi formatisi sui Grandi Laghi, prodotto dal vortice polare che colpisce il paese. Ci sono cinque enormi corpi idrici interconnessi tra gli Stati Uniti e il Canada che, a causa delle temperature estremamente basse, hanno presentato grandi accumuli di nuvole.

L’immagine fa il confronto tra la nuvolosità di questo 27 gennaio 2019 e uno scatto quasi dallo stesso posto preso dalla NASA in una limpida giornata estiva del 2010. L’ondata di gelo artico che si muove attraverso il nord degli Stati Uniti Uniti è una corrente d’aria che ruota intorno alla stratosfera sopra il Polo Nord.

Questo fenomeno si verifica quando masse di aria fredda e bassa pressione situate nella troposfera e nella stratosfera ruotano a velocità diverse, in senso antiorario, al Polo Nord o al Polo Sud. Quando il vortice polare trova un punto di fuga da scendere, vengono segnalati il freddo polare e le gelate come quelli di Chicago. Secondo l’esperto, questo vortice polare è stato generato dal riscaldamento improvviso in un punto del Polo Nord, causato da un’esplosione di caldo proveniente dal Marocco.

Incredibili foto satellitari dell'ondata di gelo in USA e Canada.
I Grandi Laghi nel 2019. Foto satellite NOAA.
Incredibili foto satellitari dell'ondata di gelo in USA e Canada.
I Grandi Laghi nel 2010. Foto della NASA.