Crollo in borsa di Coca-Cola per il gesto di Cristiano Ronaldo agli Europei

Cristiano Ronaldo, ancor prima di segnare due gol all’Ungheria e mettere a punto un altro incredibile record, ha fatto notizia in conferenza stampa e provocando la caduta del titolo Coca-Cola in borsa.

Sappiamo tutti che qualsiasi gesto o parola di Cristiano Ronaldo ha un impatto mondiale, che va ben oltre al semplice influencer. Questo lunedì, alla conferenza stampa prima della partita del Portogallo contro l’Ungheria, ha rimosso due bottiglie di Coca-Cola dalla sua zona. La star portoghese si è seduta, ha visto le due bottiglie di bibite gassate e le ha allontanate dal loro posto. Ha subito preso una bottiglia d’acqua e ha detto alle telecamere: “Acqua. Coca-Cola“, riferendosi che quello che devi fare è bere acqua.

Ebbene, quel gesto ha avuto un enorme impatto negativo sul marchio. Osservando l’evoluzione delle azioni e del prezzo della società prima e dopo, il “momento CR7” ha significato una perdita di miliardi di dollari per Coca-Cola.

L'impatto di Cristiano Ronaldo è stato terrificante per il marchio della Coca Cola

Il mercato azionario ha aperto alle 15:00 in Europa.

A quell’ora il titolo Coca-Cola era in cifre vicine ai 56,10 dollari. 30 minuti dopo, quando Cristiano Ronaldo e Fernando Santos sono entrati nella sala stampa dello stadio Puskas Ferenc di Budapest, le azioni sono crollate a un minimo di 55,22 dollari per azione.

Il gesto di mettere da parte le bottiglie ha causato un brutale calo dell’1,6% per l’azienda in borsa. E in termini economici, la Coca-Cola è passata da 242 miliardi di dollari a 238 miliardi di dollari. Perdite totali di 4 miliardi di dollari.