Incredibile al Roland Garros: Cecchinato batte Djokovic e vola in semifinale del prestigioso torneo di tennis di Parigi

PARIGI – Il tennista palerminato Marco Cecchinato (nato il 30 settembre 1992) compie un vero miracolo al torneo di tennis di Parigi, il Roland Garros. Quarant’anni dopo l’ultimo semifinalista italiano (Barazzutti), l’Italia torna in una semifinale sulla prestigiosa terra rossa francese. È una delle imprese più grandi nella storia del tennis italiano.

Cecchinato ha eliminato niente meno che Novak Djokovic, ex numero 1 del mondo, campione a Parigi nel 2016, al termine di un match praticamente perfetto. Punteggio finale in 4 set: 6-3 7-6(4) 1-6 7-6(11) in 3 ore e 26 minuti di gioco. Il serbo aveva un bilancio di 34-1 contro gli italiani: aveva perso solamente contro Filippo Volandri a Umago nel 2004. Palermo, capitale italiana 2018 della cultura, brillerà anche nel tennis mondiale per merito di Marco Cecchinato che non aveva mai superato un turno negli Slam.

Venerdì la semifinale contro Thiem per una favola che non vuole certo terminare qui. L’austriaco, numero 8 al mondo, è il più forte giocatore sulla terra rossa dopo Rafael Nadal. E’ giunto alle semifinale battendo il giovane greco Tsitsipas, l’azzurro promessa Matteo Berrettini, Nishikori e Zverev.

“Questa sconfitta è difficile da digerire soprattutto perchè arriva dopo mesi di ricostruzione e perchè avevo una grande occasione per compiere, almeno, un altro passo”. Così Novak Djokovic dopo la sconfitta con Marco Cecchinato.

E’ incredibile!“, confessa a caldo di Marco Cecchinato. “Mi batteva molto forte il cuore in tutti i match point. Lui ha spinto mettendo una stop volley e un diritto sulla linea e io ho cominciato a crederci un po’ meno, ma ho giocato un grande colpo ed ho vinto […] Ho iniziato il match molto convinto. Non avevo nulla da perdere. Ho giocato un match aggressivo, dando il meglio in campo ed ho cominciato a crederci. Ho giocato in maniera perfetta tranne che nel terzo set quando solo calato un pò. Ma ho spinto convinto di poter vincere contro Novak Djokovic […] Tanti sacrifici ma adesso è bellissimo. Tornei indietro e rifarei tutto. Palestra, alimentazione, ma anche tanta professioalità. Ho raggiunto le semifinali al Roland Garros, è incredibile”.