Bere caffè può provocare mal di testa ma anche alleviarlo

Esistono farmaci antidolorifici che includono caffeina insieme ad alcuni analgesici, ma è anche comune che se abbiamo frequenti mal di testa, il nostro medico consiglia di smettere di bere caffè. Qual è il motivo dietro questa apparente contraddizione?

La caffeina in nostro aiuto: aumenta l’efficacia degli antidolorifici

È molto comune trovare in farmacia farmaci da banco, che includono alcuni analgesici come il paracetamolo, l’ibuprofene o l’aspirina, combinati con la caffeina. Poiché la caffeina aumenta l’efficacia degli antidolorifici e sebbene il mecc

La caffeina interferisce con i recettori dell’adenosina nel cervello

Ci sono anche indicazioni che la caffeina di per sé possa aiutare a trattare specificamente il mal di testa. Alcuni malati di emicrania affermano che una tazza di caffè forte a volte può fermare gli attacchi di quel terribile tipo di mal di testa. Si ritiene che ciò sia possibile perché, a causa della sua struttura molecolare, la caffeina interferisce con i recettori dell’adenosina nel cervello.

L’adenosina è un composto presente nel nostro corpo che modula molte funzioni del sistema nervoso centrale e tra queste produce un effetto vasodilatatore: fa espandere le nostre vene aumentando il flusso sanguigno. Negli attacchi di emicrania, il mal di testa si manifesta, tra le altre cose, perché c’è una vasodilatazione delle vene e delle arterie che portano il sangue al cervello, quindi potremmo sperare che quando beviamo il caffè, quella vasodilatazione sia evitata e così l’attacco si arresti.

Caffè forte

Se beviamo caffè costantemente, il nostro corpo inizia a diventare tollerante alla caffeina: i suoi effetti non sono più così evidenti.

Da un lato, non sembra più aiutarci molto a stare all’erta: possiamo prendere un caffè e continuare ad avere sonno. E anche se non lo notiamo direttamente, smette anche di influenzare il flusso di sangue che arriva al nostro cervello: bere caffè non aiuta più a ridurlo ed è per questo che possiamo avere attacchi di emicrania.

Bere caffè può provocare mal di testa ma anche alleviarlo

Se non bevono il caffè nello stesso modo possono diventare tolleranti alla caffeina, perché è contenuta in molte altre bevande come bibite analcoliche, bevande energetiche, tè nero, tra gli altri. E se sei già tollerante con la caffeina e prendi antidolorifici che contengono caffeina, questi saranno di scarso aiuto.

Quindi forse pensano che dovrebbero rinunciare al caffè e a qualsiasi altra forma di caffeina. Ma se lo fanno durante la notte provocherà anche mal di testa. Questo perché se consumano costantemente caffeina e la interrompono improvvisamente, avranno sintomi di astinenza e uno dei loro sintomi è un mal di testa.

Sarebbe meglio se riducessero solo un po’ il consumo. Ad esempio, invece di prenderne tre tazze al giorno, prendine solo uno. Oltre a prendere in considerazione tutti gli altri modi in cui consumano caffeina: bibite, farmaci, ecc. In questo modo, se ti senti come se non potessi vivere senza il caffè del mattino, puoi mantenerlo nella tua routine, senza che diventi un mal di testa.