Arriva il Big One? Preoccupa Sciame di Terremoti in California.

Uno sciame di terremoti di moderata intensità si è verificato ieri 10 agosto sotto il Lago Salton, in California negli Stati Uniti, sollevando preoccupazioni circa la possibilità che uno più forte colpirà l’area della Faglia di Sant’Andrea durante il la prossima settimana.

USGS (United States Geological Survey) ha riferito che il più potente dei terremoti registrati durante quest’ultime ore aveva una magnitudo di 4,6 e si è verificato alle 8:56 ora locale. Sia il terremoto che lo sciame associato si sono sviluppati a circa 13 chilometri dalla punta meridionale della famigerata Faglia di Sant’Andrea, dove da anni si attende il megaterremoto.

Gli sciami sismici registrati negli ultimi 20 anni, secondo USGS, sono durati da uno a 20 giorni, con una media di una settimana. Allo stesso modo, l’agenzia ha notato che quando si verifica questo fenomeno, la probabilità che si verifichi un terremoto più potente è “significativamente più alta del solito”.

Il geofisico delle ricerche USGS Morgan Page ha riferito che la serie di terremoti che hanno avuto luogo questo lunedì “aumenta leggermente la possibilità di un forte terremoto nella Faglia di Sant’Andrea“.

Tuttavia, ha ricordato che tre sciami simili nel 2001, 2009 e 2016 non hanno provocato terremoti catastrofici più potenti, “ma ogni volta che succede, ci preoccupiamo che questo possa essere il momento in cui scatta qualcosa”.

Sarà arrivata l’ora di quello che negli USA chiamano Big One (“quello grosso”)?

Big One è il nome giornalisticamente dato ad un possibile futuro terremoto che colpirebbe la California, come conseguenza dell’elevato accumulo di energia nella faglia di Sant’Andrea che attraversa lo Stato americano per circa 1300 km, trovandosi questa tra la placca nordamericana e la placca pacifica scorrenti in senso opposto, risultando tra i più potenti e distruttivi sismi mai verificatisi negli Stati Uniti, con una magnitudo stimata superiore a M10 della scala Richter, mettendo in pericolo molte città tra cui San Francisco e Los Angeles” – da Wikipedia.