Alieni e Religioni incompatibili? NASA domanda a Teologi

  • La NASA assume 24 teologi per studiare come reagirebbero le religioni a una possibile scoperta di vita extraterrestre.

La NASA, insieme al Center for Theological Research (CTI) dell’Università di Princeton (USA), ha reclutato 24 teologi nell’ambito dei loro sforzi per determinare come reagirebbero le diverse religioni del mondo in caso di contatto con la vita aliena.

Il Reverendo Andrew Davison, teologo dell’Università di Cambridge e PhD in Biochimica dell’Università di Oxford, è uno degli esperti che collaboreranno al progetto. In una dichiarazione pubblicata sul blog della Cambridge University School of Divinity, Davison afferma che nel corso delle sue ricerche finora è già stato in grado di verificare “quanto spesso la

teologia e l’astrobiologia siano state oggetto di scritti popolari” degli ultimi 150 anni.

Alieni e Religioni incompatibili? NASA domanda a Teologi

L’anno prossimo, Davison pubblicherà un libro intitolato “Astrobiologia e dottrina cristiana“, in cui tratterà parte dell’esplorazione spirituale congiunta della CTI e della NASA. Non è la prima volta che c’è una partnership tra l’agenzia spaziale statunitense e il centro teologico. Nel 2014, la NASA gli ha assegnato una sovvenzione di $ 1,1 milioni per studiare l’interesse e l’apertura dei fedeli alla ricerca scientifica.

Con il supporto della NASA, la CTI spera che più studi saranno pubblicati in libri e riviste sull’argomento per continuare a rispondere alle domande che implicherebbero per l’umanità di trovare la vita su un altro pianeta.