Aleksander Ceferin cambia posizione sulla Super League Europea

Il presidente UEFA può alzare la mano su questo progetto, almeno nell’ottica di affrontare i colloqui con Juventus Barcellona e Real Madrid.

La Super League Europea è caduta leggermente nel dimenticatoio, anche se è vero che il progetto continua a dare vita a innumerevoli novità. Per ora, Real Madrid, Juventus e Barcellona sono le entità che vogliono promuovere lo sviluppo di questa competizione. Per questo è ricomparso sulla scena Aleksander Ceferin, presidente della UEFA.

Questo sì, in un’intervista realizzata sul Journal du Dimanche, il leader sloveno ha teso la mano alla tre società: “Juventus, Real Madrid e Barcellona? Non li ho più sentiti, ma non ho problemi con nessuno di quei tre club. Tutti e tre hanno una grande tradizione e rispetto.

Se mi chiedessero un incontro, mi siederei e parlerei”.

Messaggio per Juventus, Barcellona e Real Madrid

Per quanto riguarda le principali ferite del Vecchio Continente, l’azione riprenderà dalla prossima settimana. Senza andare oltre, il Real Madrid misurerà le proprie forze con quelle del Paris Saint-Germain nel piatto principale del menu degli ottavi di finale di Champions League. Nel frattempo, dovremo vedere cosa succederà con la Super League.

Inoltre, Ceferin ha avuto il tempo di commentare la celebrazione della Coppa del Mondo ogni due anni. “Sono sicuro che non accadrà perché è una totale sciocchezza. È un progetto populista che distruggerebbe il calcio. Va contro tutti i principi del nostro sport, dei Giochi Olimpici… Non è solo un male per l’Europa. E’ incredibile che un’organizzazione calcistica (FIFA) possa proporre ai giocatori, che stanno già portando troppo peso, di giocare un torneo della durata di un mese ogni estate. Riuscite a immaginare come questo cannibalizzerebbe il calcio femminile?”.