Un mese di Zapping: programmi TV promossi e bocciati di Febbrai​​o

​​Pubblicati i dati sui programmi televisivi promossi e bocciati dal MOIGE, andati in onda sulle reti nazionali, in fascia protetta, nel mese di febbraio. Promossi: “Festival di Sanremo”, “I fantasmi di Portopalo” e  “Insieme a Rosie”. Bocciati: “Uomini e donne”, “I bastardi di Pizzafalcone” e “Sam & Cat”.

Il “Festival di Sanremo” si è confermato per il terzo anno un Festival per la famiglia e “musicocentrico”.  Nota positiva la performance di Crozza quando parla del problema della denatalità, dei diritti delle donne, della necessità di guardare al futuro con speranza piuttosto che al passato con nostalgia e di credere di più nelle capacità dei giovani. Tra gli ospiti i piccoli eroi del quotidiano, persone che si occupano della nostra sicurezza, che affrontano i propri limiti con ottimismo.

Valutazione positiva anche per la miniserie tv “I fantasmi di Portopalo”, andata in onda su Rai 1, tratta dalla storia del pescatore Salvo Lupo, grazie al quale nel 2001 si è potuta ricostruire la vicenda del naufragio della F174 a largo di Portopalo, che ha portato alla morte di 283 migranti. La testimonianza e l’impegno di Salvo, sono serviti a far condannare i colpevoli e a rafforzare con l’esempio gli insegnamenti trasmessi ai figli.

Per quanto riguarda la tv dei ragazzi conquista una nota positiva la serie animata “Insieme a Rosie” su Rai YoYo, impegnato a, trasmettere messaggi significativi anche

su temi di respiro più ampio, tra cui la sostenibilità ambientale e l’importanza del riciclo.

Bocciato “Uomini e donne” in onda su Canale 5 in cui si assiste ogni pomeriggio ad un teatrino di emozioni messe in piazza senza un minimo senso della privacy. Vanno in scena baci, tradimenti, scene di gelosia, drammatiche uscite di scena, il tutto condito da un linguaggio non consono all’orario.

Rientra nella categoria out anche la serie tv “I bastardi di Pizzafalcone” andata in onda su Rai 1 dove i temi trattati, le reiterate scene di nudo femminile e le eccessive relazioni promiscue rendono sconsigliabile la visione a un pubblico familiare.

Infine, rientra fra i bocciati anche la sit com “Sam & Cat” in onda sul canale Super!  dove le due protagoniste decidono di lavorare come baby-sitter ma dimostrano poca responsabilità in questo delicato lavoro. I genitori che si rivolgono a loro non sono da meno, sono quasi sempre delle persone irresponsabili, il cui unico interesse sembra essere quello di sbarazzarsi dei loro figli per qualche ora. Il rapporto completo su www.moige.it.