L’ENIGMATICA VITA DI ADAM LANZA – Si arricchisce di particolari la vita del killer che ha compiuto la strage nella scuola elementare. Fa rabbrividire la dichiarazione di un uomo che dice di aver lavorato come baby sitter a Newtown, nel Connecticut, e che si sarebbe occupato anche di Adam Lanza.

Il nome dell’uomo è Ryan Kraft, ora vive a Hermosa Beach, nel sud della California. Kraft ricorda l’avvertimento ricevuto dalla madre di Adam di non voltare mai le spalle al ragazzo, neanche per andare in bagno.

A quei tempi, Kraft era a sua volta un ragazzo, solo 14 o 15 anni, e Adam ne aveva appena 9 o 10. Parlando della madre di Adam, Nancy Lanza, Kraft la definisce molto coinvolta nella vita dei suoi figli e che pareva amarli molto.

Kraft confessa a CBS news che alla notizia della sparatoria è rimasto scioccato e che non riesce ad elaborare psicologicamente di essere stato in passato a così stretto contatto con l’autore della strage.

Piuttosto che sentirsi impotente, ha però deciso di avviare una raccolta fondi per aiutare i bambini della Sandy Hook Elementary School, in particolare per allievare la lo stress post traumatico dei bambini scampati, per aiutare le famiglie a pagare le spese funerarie e anche per contribuire alla creazione di una borsa di studio per i sopravvissuti.

L’iniziativa di Ryan Kraft ha già avuto successo, sono stati raccolti più di 53 mila dollari nel primo giorno di attività della pagina web destinata alla raccolta fondi per la Sandy Hook Elementary School.