WINSOR MCCAY – Era il 15 ottobre 1905 quando Little Nemo, il protagonista della serie settimanale di fumetti dal titolo Little Nemo in Slumberland, del disegnatore americano Winsor McCay, fece la sua comparsa per la prima volta sul New York Herald per rimanerci fino al 23 aprile del 1911.

Little Nemo nel Paese del dormiveglia“, titolo originale dell’opera, racconta di un bambino americano tra i 5 e i 10 anni di età (nessuno sa con esatezza) chiamato Little Nemo e delle sue fantastiche esperienze vissute ogni notte nei suoi sogni, con la particolarità che nell’ultima scena delle sue avventure il bimbo si sveglia.

Le avventure di Little Nemo raccontate da Winsor McCay avevano lo scopo di incontrare nei suoi sogni la Principessa di Slumberland, una bambina alla ricerca anch’essa di un compagni con cui giocare assieme.

Ma Flip Flap cercherà sempre di ostacolare Little Nemo perchè vuole essere lui a incontrare Principessa e con Imps (personaggio con l’aspetto di un indigeno di colore) saranno i protagonisti di molte avventure nel fumetto di Winsor

McCay.

Little Nemo di Winsor McCay fece la sua comparsa in Italia grazie al Corriere dei Piccoli con il nome di Bubi tra il 1912 e il 1914, per poi ritornare nel 1935 sulle pagine di Topolino e successivamente, in epoca più recente dall’editore Garzanti e dalla rivista Linus.

Il fumettista, animatore e illustratore statunitense, Winsor McCay nacque negli Stati Uniti il 26 settembre 1871 dove scomparse il 26 luglio 1934. Molte delle sue striscie vennero esposte al Metropolitan Museum of Art. Quasi certa invece, la creazione di un doodle da parte di Google per festeggiare la prima pubblicazione di Little Nemo avvenuta 107 anni fa!