Wikileaks: Unione Sovietica ha distrutto una Base Segreta USA sulla Luna

La convinzione che le basi lunari di alcune potenze degli Stati Uniti esistessero, o esistano, è una teoria popolare tra i ricercatori. Tuttavia, esiste un documento trovato su Wikileaks che potrebbe confermarlo. Sì perchè da 4 anni esiste un documento su Wikileaks, all’interno dei “Global Intelligence Archives” che ha generato grandi polemiche tra gli utenti di Internet.

Il controverso documento proviene dall’Ufficio per gli affari europei ed eurasiatici del Dipartimento di Stato, con il titolo: “Rapporto che l’Unione Sovietica ha distrutto una base segreta americana sulla Luna”.

Base segreta sulla Luna: Cosa dice Wikileaks?

Wikileaks è una delle fonti di informazioni declassificate più attaccate nella storia. In effetti, il suo creatore, Julian Assange, ha diverse accuse di crimine informatico. Nella pagina ci sono documenti che rivelano nicchie di corruzione, appropriazione indebita e altro a diverse aziende, uomini d’affari e politici di diverse parti del mondo. Informazioni riservate per gli interessi dell’élite.

Ecco perché non sorprende che ci siano archivi che parlano dell’Unione Sovietica e degli Stati Uniti: un periodo travagliato della storia. Tuttavia, ciò che ha attirato maggiormente l’attenzione del file Wikileaks è il titolo del documento dell’Ufficio per gli affari europei ed eurasiatici: “Rapporto che l’Unione Sovietica ha distrutto una base segreta americana sulla Luna”.

Sfortunatamente, non è stato possibile scaricare copie digitali poiché non era disponibile una versione elettronica. 2 anni dopo, il portale The Black Vault presenterà la prima richiesta per il Freedom of Information Act, in modo che il documento vero e proprio venga pubblicato ufficialmente nella sua interezza.

Da quando il file è stato pubblicato per la prima volta nel database della pagina e scoperto dalle persone che recensivano il sito, ci sono state molte speculazioni sul suo vero significato.

Soprattutto se si tiene conto che, in effetti, c’era un progetto incentrato sul bombardamento della Luna con armi nucleari.

Cosa dice effettivamente il documento?

Ora che il documento è visibile su Wikileaks, rivela che si trattava di una lettera in risposta a un’indagine del 1979, di cui Samuel Devine era membro della Camera dei Rappresentanti.

Secondo questa lettera di risposta, inviata da Douglas J Bennett Jr, sottosegretario per le relazioni congressuali con il Dipartimento di Stato, la voce secondo cui l’Unione Sovietica avrebbe distrutto una base segreta americana sulla Luna nel 1997 era falsa. È ovvio che Devine abbia ricevuto una lettera da un elettore di nome Ceyd Quentin Arbogast, che gli chiedeva di qualcosa che chiamava “Battaglia della Luna del Raccolto”.

La richiesta per la legge sulla libertà di informazione è stata inviata per la prima volta al Dipartimento di Stato nel 2019, come nel caso F-2020-01231. Dopo qualche tempo, è stato raccomandato che fosse archiviato presso la National Archives and Records Administration, dove era più probabile che il documento fosse conservato a causa della data di appartenenza. Successivamente, è stato archiviato un nuovo caso, n. 21-49400, che è stato trovato, rivisto e inviato a The Black Vault nella sua interezza l’8 settembre.

È possibile che l’Unione Sovietica abbia davvero distrutto una base segreta americana sulla Luna? Finora, tutto sembra essere che sia stata una semplice “preoccupazione” di un cittadino, tuttavia … C’è qualcos’altro che non sappiamo?