Eccola nella fotografia la Ferrari di Fernando Alonso tra le fiamme durante le prove nel Gran Premio del Brasile di Formula 1. Durante la seconda sessione di prove libere, la rottura del motore della Ferrari del pilota spagnolo. Un fatto che ha provocato l’uscita della bandiera rossa: mancavano 22′ dal termine.

Ferrari a fuoco in Brasile. Il pilota Fernando Alonso scende e si improvvisa pompiere spegnendo le fiamme.

Alonso e’ sceso dalla sua monoposto, la Ferrari F14 T e ha spento le fiamme (guarda la foto sopra e il video sotto) che si stavano sviluppando nel usando un estintore. Il motore usato in queste prove libere era alla fine del proprio ciclo e quindi non quello che sara’ usato per la gara di domenica.

Nella foto Alonso Pompiere con l’estintore sulla sua Ferrari

Spavento tra il pubblico che comunque va alle corse anche per vedere situazioni di questo tipo che provocano molta adrenalina. Alla fine Fernando Alonso ha fatto segnare il settimo tempo di 1’13″122 prima di chiudere in anticipo la sessione per l’incidente alla sua Ferrari.

Le Mercedes sono risultate davanti anche nelle seconde prove libere del Gp del Brasile di Interlagos (San Paolo). Il tedesco Nico Rosberg il più veloce girando in 1’12″123, davanti al suo compagno di squadra Lewis Hamilton che ha chiuso in 1’12″336.

Bene la Ferrari del finlandese Kimi Raikkonen con il terzo tempo 1’12″696. Quarta posizione per la Red Bull dell’australiano Daniel Ricciardo (1’12″956), seguito dalle Williams del finlandese Valtteri Bottas (1’13″035) e del brasiliano Felipe Massa (1’13″099). Domani le qualificazioni per la pole position sulla griglia di partenza del GP del Brasile e domenica la gara ufficiale del penultimo appuntamento del mondiale di automobilismo che deve decidere in diretta chi, tra Hamilton e Rosberg, viene decretato campione del mondo di Formula 1.

Nel frattempo la telenovela Alonso McLaren continua. Ieri l’ultimatum della McLaren al ferrarista Fernando Alonso: “ci dica cosa vuole fare prima dell’ultimo Gp della stagione del 23 novembre, perche’ in caso contrario prenderemo strade alternative”. Il boss della McLaren, Eric Boullier, alla Bild aggiunge: “tra Brasile e Abu Dhabi vogliamo avere una risposta da Fernando”. Ricordiamo che Alonso aveva già guidato la McLaren nel 2007 ma poi se ne andò per lo scarso feeling con Lewis Hamilton. Oggi, dopo le frecciate alla sua scuderia, l’asturiano svela alla stampa spagnola una possibilità inattesa, con un clamoroso “Potrei restare alla Ferrari“.