Uragano Agatha: Messico in lutto, morti, dispersi e distruzione

Oaxaca in Messico è in lutto. L’impatto dell’uragano Agatha ha lasciato una scia di distruzione sul suo cammino attraverso lo stato di Oaxaca (uno dei più poeri del paese) che ha causato la morte di almeno 11 persone e la scomparsa di altre 33.

Il governatore dello stato, Alejandro Murat, ha dichiarato che l’uragano ha provocato gravi danni nella parte alta della costa e negli altopiani meridionali a causa di straripamenti di fiumi e smottamenti. Murat ha chiesto alla popolazione dei comuni colpiti di rimanere al riparo perché le piogge continuano e ha lamentato le morti, che potrebbero ancora aumentare.

L’uragano Agatha ha impattato terra come un uragano di categoria 2 lunedì scorso e ha perso forza fino a quando non è diventare una tempesta, ma le forti piogge e le raffiche d’aria che ha portato con sé per giorni hanno portato a immagini devastanti nello Stato. Il fenomeno ha colpito anche rinomate spiagge turistiche come Huatulco, San Agustinillo, Zipolite o Mazunte.

La situazione potrebbe peggiorare ulteriormente: il governatore ha avvertito che si stanno formando altri due fenomeni che potrebbero diventare un ciclone nei prossimi cinque giorni, quindi le lezioni sono sospese in sei comuni e l’aeroporto di Puerto Escondido resta chiuso.

Il numero delle vittime potrebbe aumentare in quanto ci sono ancora comuni senza collegamenti, come quelli di San Juan Ozolotepec e Santa María Ozolotepec, situati negli altopiani meridionali. Il governatore ha assicurato che l’esercito ha un elicottero per portare rifornimenti e medici a queste comunità quando le condizioni lo permetteranno.

Il passaggio di dell’Uragano Agatha ha anche distrutto due ponti: il ponte Azufre, che collega Oaxaca con Pochutla, e il ponte La Herradura, che collega Huatulco con gli altopiani. Murat ha assicurato che il Ministero delle Comunicazioni e dei Trasporti porterà lì due ponti mobili e li installerà la prossima settimana.

Il presidente del Messico Andrés Manuel López Obrador si è rattristato della situazione e ha inviato le sue condoglianze alle vittime:

“Il mio abbraccio ai parenti di coloro che hanno perso la vita. Il desiderio che gli scomparsi vengano ritrovati quando tutte le comunità potranno essere raggiunte, saremo in quella ricerca e saremo in attesa, tutto il nostro sostegno per le vittime”.