Tribes of Europa: Il mondo dopo il Grande Reset

La piattaforma di streaming, Netflix, ha presentato in anteprima Tribes of Europa, una serie ispirata alla Brexit e che ci mostra un mondo apocalittico, dopo che uno strano evento ha portato il mondo a una nuova età della pietra. Per alcuni anni, la teoria secondo cui l’Elite globalista sta pianificando un grande reset per il mondo, ha preso molta forza. Ora, questo è praticamente un dato di fatto dopo che il piano è stato presentato al World Economic Forum. Tribes of Europe potrebbe essere una visione di ciò che accadrà nel mondo dopo questo evento?

Tribes of Europe e la visione del Great Reset

Prendendo attributi di serie come “The 100”, “Game of Thrones” e, soprattutto, “Dark“, con cui condivide alcuni produttori, Tribes of Europe ci presenta una distopia europea. Philip Koch, ci offre un mondo in declino, dopo che l’umanità ha subito un grande reset nel dicembre 2029. Sebbene questo evento non sia completamente spiegato, è noto che ha causato un grande blackout tecnologico che ha distrutto la società come la conosciamo.

La trama principale si svolge quasi 50 anni dopo, nell’anno 2074. L’Europa è distribuita da tribù ineguali che combattono ogni giorno per la sopravvivenza e per impossessarsi di un misterioso cubo, che è l’innesco di tutti gli eventi. È interessante notare che Tribes of Europe è stato ispirato dalla Brexit. Il giorno dopo il referendum, l’idea è venuta a Koch.

La sua visione era che questo avrebbe potuto scatenare un disastro economico senza precedenti nel vecchio continente, portando la società a regredire verso un punto di non ritorno. Dove le disuguaglianze sarebbero molto più marcate e l’empatia non esisterebbe.

Ecco perché la serie si concentra principalmente sui diversi punti di vista culturali e politici; mentre le tribù più potenti passano sopra le più vulnerabili. Tutto da una prospettiva cruda, piena di violenza, corruzione e desolazione di quel mondo.

Anteprima del mondo che verrà

Come accennato all’inizio, la parola reset non è la prima volta che viene ascoltata. Molti teorici hanno suggerito l’ipotesi che le élite che muovono il mondo pianifichino un grande reset in tutto il mondo. E tutto sembra indicare che l’attuale pandemia è la scusa perfetta per attuare i loro piani. O almeno così ha suggerito il Forum economico mondiale attraverso il principe Carlo d’Inghilterra, che durante il suo discorso del 2020 ha affermato che “era necessario un ripristino economico“.

Va chiarito che sia il Principe che Klaus Schwab, presidente del WEF, non l’hanno detto come un suggerimento, ma come un dato di fatto. Il primo incontro si è svolto il 21 gennaio, alla presenza dell’élite finanziaria, tecnologica e politica. Come previsto, l’atteggiamento della popolazione generale è stato di totale disapprovazione. Ovviamente, la pandemia era l’ideale per mettere in pratica le loro politiche.

Questo ci porta a chiederci: la pandemia coronavirus è stata davvero un disastro naturale o è stato qualcosa di provocato? Tribes of Europa ci mostra un evento che ha portato a resettare il mondo: potrebbe accadere la stessa cosa nella realtà?