Svalbard, un arcipelago norvegese nell’Artico, famoso per ospitare il World Arctic Archive, deposito sotterraneo “anti-apocalittico” di Microsoft, ha registrato la temperatura più alta mai registrata questo sabato 25 luglio. Secondo l’Istituto meteorologico del paese scandinavo, verso le 18:00 (ora locale) le Svalbard hanno registrato 21,7 gradi, stabilendo un nuovo record.

La cifra differisce nettamente dalla normale temperatura di stagione, che, in media, varia da 5 a 8 gradi. I meteorologi del paese riferiscono che l’unico precedente simile conosciuto si era verificato il 16 luglio 1979, quando l’area aveva registrato 21,3 gradi.

Si prevede che l’ondata di calore rimarrà per tutto il fine settimana e si concluderà lunedì. Il gruppo di isole ospita specie animali come la beluga, l’orso polare e il tricheco. Ospitano, come dicevamo all’inizio, anche il World Arctic Archive chiamata anche “la cassaforte della fine del mondo”, una banca sotterranea di semi congelati di migliaia di piante coltivate.

Venerdì, l’Organizzazione delle Nazioni Unite (ONU) ha avvertito che le temperature medie registrate in Siberia il mese scorso erano 10°C al di sopra della norma e che questi fenomeni climatici che colpiscono il circolo polare artico influenzano anche l’intero pianeta.

L’Artico si sta riscaldando più del doppio della media mondiale, colpendo le popolazioni e gli ecosistemi locali e avendo ripercussioni globali”, ha affermato il Segretario Generale dell’Organizzazione meteorologica mondiale (OMM), Petteri Taalas.