Stati USA senza misure anti-COVID presentano migliore situazione sanitaria

Il governatore repubblicano della Florida Ron DeSantis ha a lungo rifiutato di imporre misure contro il Covid-19. Ma alla fine lo ha fatto, a causa delle numerose critiche ricevute. Tuttavia, nel settembre 2020, DeSantis si è scusato con i suoi concittadini per essere stato influenzato e ha revocato le misure che aveva imposto. Così ha fatto il governatore del Texas Greg Abbot, anche lui repubblicano. Insomma, 22 stati dei 50 che compongono gli Stati Uniti hanno revocato le misure anti-Covid.

La maggior parte di questi 22 stati ha anche votato una legislazione che penalizza le amministrazioni federali e le società pubbliche che praticano un qualche tipo di discriminazione basata sull’applicazione delle disposizioni sanitarie federali sul Covid-19.

Sette mesi dopo, le statistiche mostrano che la situazione della sanità pubblica in questi stati è più favorevole che negli Stati che hanno continuato a imporre il coprifuoco, misure di allontanamento sociale e l’uso obbligatorio di maschere. Lo stesso è stato riscontrato in Europa, a partire dall’esempio della Svezia, nei paesi che si sono astenuti dall’adottare tali misure.

Le epidemie virali non possono essere controllate

Quel risultato sorprende solo le persone che non hanno conoscenza della storia. Le epidemie di malattie virali, a differenza di quelle batteriche, finiscono sempre per estinguersi dopo 3 anni, indipendentemente dalle misure adottate. Con o senza protezione, le epidemie virali non possono essere controllate. Ciò che è necessario è concentrare gli sforzi sulle cure mediche e sulla lotta contro le malattie batteriche opportunistiche.

Ma quel risultato solleva un problema di politica interna. Quasi tutti gli stati che hanno rifiutato di adottare misure che limitano le libertà dei cittadini sono governati da repubblicani… mentre gli stati che stanno applicando le disposizioni federali emanate dall’amministrazione Biden sono quasi tutti governati da democratici, che si ostinano a limitare le libertà.