variante centauro omicron

Esperti mondiali monitorano la variante Centauro (BA.2.75) di omicron, la nuova sottovariante del coronavirus SARS-CoV-2, che causa il covid-19, è stata rilevata in circa 10 paesi e sta crescendo rapidamente in India, riferisce India Today. Allo stesso tempo, i casi di malattia nel mondo sono in aumento del 20%, spinti dalle sottovarianti BA.4 e BA.5, provocando un aumento globale del numero di decessi, come annunciato dal direttore generale dell’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS ), Tedros Adhanom Ghebreyesus.

Questo martedì, gli specialisti in epidemiologia e virologia, appartenenti al Center for Disease Control and Prevention (CDC), sono stati allarmati dall’aumento dell’incidenza delle sottovarianti BA.4 e BA.5 negli Stati Uniti, in una sessione informativa del team di risposta al Covid-19 della Casa Bianca.

In particolare, i dati forniti dal CDC mostrano che nella settimana dal 3 al 9 luglio la sottovariante BA.5 ha causato quasi 2 nuovi contagi da covid-19 su 3 in questo Paese. Quindi, in poco più di due mesi, ha superato i suoi predecessori BA.1 e BA.2 ed è diventata la causa principale di questa malattia negli Stati Uniti.

Rochelle Walensky, direttrice del CDC, ha affermato che la gravità clinica di BA.4 e BA.5 rispetto alle altre sottovarietà del virus non è ancora nota. Tuttavia, ha sottolineato che sono noti per essere “più trasmissibili e più immunoevasivi“. “Le persone con una precedente infezione, anche con BA.1 e BA.2, sono probabilmente ancora a rischio di BA.4 o BA.5”, ha detto.

Anthony Fauci, direttore del National Institutes of Allergy and Infectious Diseases, ha invitato gli americani a utilizzare tutti gli strumenti disponibili, incluso indossare maschere e distanziamento sociale, per fermare la diffusione del virus. Ha insistito sul fatto che è la migliore difesa perché, se un virus non si replica e si diffonde in modo molto forte, è meno probabile che muti, “il che gli dà meno possibilità di evolversi in un’altra variante”.

Da parte sua, Ashish Jha, coordinatore del Covid-19 Response Team della Casa Bianca, ha affermato che il numero di morti tra le 300 e le 350 persone al giorno è stato molto alto.

“Questo è inaccettabile”, ha dichiarato. Funzionari sanitari hanno sottolineato che le persone che ottengono il booster ora saranno ancora in grado di ottenere un vaccino aggiornato questo autunno che includa i ceppi BA.4 e BA.5. per mantenere la tua immunità il più forte possibile. Jha ha esortato gli over 50 a vaccinarsi quest’anno perché può salvare vite umane.

Variante Centauro

Lo scienziato capo dell’OMS Soumya Swaminathan ha detto a Indian Today che la sottovariante BA.2.75 sembra diversa dalle varianti precedenti, ma ‘è troppo presto per dire se può causare infezioni gravi’. A causa delle limitate sequenze di sottovarianti disponibili per l’analisi, è prematuro dire se BA.2.75 possa eludere l’immunità acquisita attraverso la vaccinazione o una precedente infezione.

Tuttavia, il gran numero di ulteriori mutazioni che contiene la sottovariante BA.2.75, rispetto al suo predecessore BA.2, desta l’allarme degli specialisti. Stephen Griffin, virologo dell’Università di Leeds, ha commentato: “Ciò potrebbe significare che ha avuto la possibilità di sviluppare un vantaggio su una stirpe di virus già di successo”. Questa è forse la spiegazione della sua apparente rapida crescita e dell’ampia distribuzione geografica, secondo The Guardian.

Secondo i criteri di Tom Peacock, virologo dell’Imperial College London, che per primo ha identificato l’omicron come possibile problema nel novembre 2021, la sottovariante ‘Centaur’ è un potenziale candidato per sostituire BA.5.

La pandemia è finita?

In una conferenza stampa mercoledì, dopo la decisione di mantenere la sua dichiarazione di emergenza per Covid-19, l’OMS ha espresso preoccupazione per la tendenza all’aumento dei decessi per malattia. L’agenzia ha anche rilevato la sua preoccupazione per l’aumento dei casi di covid-19 che esercitano maggiore pressione sui sistemi sanitari, che sono sovraccarichi. In relazione alla pandemia, ha chiarito che “non è nemmeno vicina alla fine”.