Scoperta l'origine della calvizie

Da una ricerca inglese: ma non è sempre un “difetto”. Da Bruce Willis (nella foto) a Jason Statham (nella foto): quando il bello è pelato. Un ciuffo dopo l’altro e pian piano la chioma giovanile non c’è più. Sono soprattutto gli uomini a far conto con la calvizie. Chi non si rassegna tenta il trapianto, chi l’accetta scopre spesso quanto un uomo senza capelli possa essere ritenuto anche più affascinante. Oggi, dopo anni di ricerche, la causa della calvizie sembra essere chiara. Gli scienziati dell’Università di Edimburgo hanno rintracciato 287 geni capaci di indicare la predisposizione alla perdita dei capelli.

Colpa delle mamme. Le 287 sequenze di Dna che indicano rischi più elevati della media di diventare calvi sono curiosamente tutte presenti sul cromosoma X, quello ereditato dalle mamme. Nel rapporto pubblicato su PLos Genetics, i ricercatori guidati da Riccardo Morioni spiegano di avere messo a punto una sorta di formula capace di indicare la tendenza alla calvizie. Anche se – mette in guardia proprio Morioni – è troppo presto per avere un test del sangue efficacemente predittivo. I dati elaborati dal team sono vasti e significativi: lo studio è stato infatti condotto su un campione di 52.000 uomini di mezza età e più avanti con gli anni.

Di questi, 16.700 non avevano alcuna perdita di capelli, 12.000 avevano perso leggermente i capelli, per 14.

000 la caduta era stata moderata, e per 9.800 era già calvizie e quasi. I soggetti che avevano il numero più basso dei 280 geni legati alla calvizie hanno mostrato meno perdita di capelli: solo il 14% di costoro era calvo mentre il 39% aveva le chiome della gioventù intatte. Ma tra il 10% dei volontari con il numero più alto di geni della calvizie, quasi il 60% aveva perso capelli. “La calvizie maschile – osserva il team – colpisce l’80% degli uomini entro gli 80 anni di eta e non è spesso riconducibile a quanto osservato nei padri”.

Belli di natura. Sicuri di voler scoprire una cura alla calvizie? Moltissime donne trovano affascinante l’uomo senza capelli. Pensate a Bruce Willis: rasato da sempre, calvo da poco, l’attore è tra i più amati dal genere femminile. Tra i divi di Hollywood considerati sexy senza capelli spunta anche Jason Statham, l’antagonista di Vin Diesel (anch’egli calvo e affascinante) in Fast & Furious 7 e 8: anche per lui un tripudio di complimenti. Tra gli italiani, invece, come non pensare alla personalità travolgente di Claudio Bisio, reso ancora più amabile dal suo look, e a Marco D’Amore, giovane e attraente protagonista di Gomorra. Insomma, ben venga una soluzione alla calvizie ma c’è da sperare che certe personalità restino proprio così come sono.