Profezie Chico Xavier, contatto extraterrestre entro questa data.

Sentiamo sempre più parlare di Chico Xavier, un medium psichico del 20° secolo, autore di oltre 451 libri e con oltre 50 milioni di copie vendute. Beh, non era proprio uno sconosciuto.

Le profezie di Chico Xavier. Diceva che non erano di sua competenza, ma che gli spiriti gli dettavano all’orecchio le cose che doveva scrivere. Secondo questo uomo sarebbe ormai prossima la fine del mondo e gli extraterrestri sarebbe vicini al contatto con l’intera razza umana. Il suo nome completo era Pedro Leopoldo, nato in Brasile nell’aprile del 1910 e morto nello stesso paese, nel giugno 2002. Oggi è un idolo nel mondo dello spiritismo, specialmente in Brasile.

Tra le visioni che gli sarebbero state rivelate dagli “spiriti dell’aldilà”, c’è stato il grande evento dell’arrivo dell’uomo sulla luna. Lo predisse decenni fa, negli anni ’40. Quindi fu adempiuto nel 1969 e quel giorno, lanciò una terribile profezia per tutta l’umanità. Chico Xavier ha letteralmente detto:

Nostro Signore decise di concedere una moratoria di 50 anni alla società terrena, iniziata il 20 luglio 1969 e, quindi, per terminare nel luglio 2019. Gesù ordinò ai suoi emissari celesti di impegnarsi più direttamente nel mantenimento della pace tra i popoli e le nazioni terrestri, al fine di collaborare in modo da poter entrare più rapidamente nella comunità planetaria del Sistema Solare, come un mondo più rigenerato, alla fine di quel periodo“.

Il profeta continuò a precisare che il mondo stava per finire in quelle date della metà del ventesimo secolo, perché il Divino lo aveva già concordato. Tuttavia, attraverso l’intermediazione di Cristo, si potrebbe dare un’estensione affinché gli esseri umani abbiano l’opportunità di rigenerarsi e purificarsi spiritualmente, un termine che persino osato mettere una

data specifica, a partire dal luglio 2019, come scadenza di detta opportunità.

Chico Xavier diceva spesso che uno dei requisiti per salvare gli esseri umani dall’autodistruzione era che essi dovevano raggiungere un sufficiente livello di coscienza, che permettesse loro di rispettare le differenze ideologiche e religiose. Tutto questo in modo che non finissero nell’imminente catastrofe nucleare, se tutto va avanti così. In questo modo, la terza guerra mondiale sarebbe stata evitata.

Questo spiritista sudamericano disse che gli spiriti gli dissero che sarebbe iniziata la conflagrazione del terzo mondo, ma che sarebbe stata fermata dai tremendi terremoti che stavano arrivando, così come da insospettate eruzioni di vulcani estinti e anche da quelli attivi, e questo sposterebbe l’asse magnetico, rendendo impossibile la vita nell’emisfero nord.

Ma se la guerra tra le nazioni non si sarà e gli uomini dimostreranno un progresso di coscienza e spiritualità, ciò che arriverà sono grandi progressi tecnologici, accompagnati dalla presenza extraterrestre tra noi, che ci insegneranno i segreti dell’universo, entrando in una nuova età dell’oro. Voi? Che opzione scegliereste? :)