Problemi con l'inglese dei piloti dei voli aerei

Tra le oltre 7100 lingue parlate nel mondo l’inglese è tra quelle più diffuse, assieme allo spagnolo. Si parla inglese in quasi tutto il pianeta. Lo si studia fin da piccoli a scuola. L’inglese è la lingua più richiesta per essere assunti nei luoghi di lavoro. Per alcune professioni è addirittura basico parlare inglese per ottenere l’assunzione. Tra le tante professioni che lo esigono, quella del pilote di aerei e dell’assistente di volo.

Eppure sembra che fin troppi piloti di aerei sulle linee internazionali abbiano uno scarso livello di conoscenza della lingua inglese. Un fatto, questo, che potrebbe causare gravi incidenti. A lanciare l’allarme è la britannica Civil Aviation Authority, secondo cui nel Regno Unito nell’arco di soli 18 mesi per ben 267 volte ci sono state incomprensioni fra gli equipaggi e le torri di controllo col rischio di disastri aerei.

In alcuni paesi i test di conoscenza della lingua nell’aviazione sono ridotti al minimo. Gli esperti britannici hanno criticato anche Francia e Spagna in cui sarebbe obbligatorio rivolgersi in inglese ai piloti internazionali ma questo spesso non accade. Fra gli incidenti sfiorati, uno in uno scalo delle Midlands, quando un pilota non ha capito le indicazioni degli uomini radar e ha iniziato a percorrere una pista senza autorizzazione.